umtiti

La Gazzetta dello Sport (A. Pugliese) – Con lo sbarco di Pallotta nella Capitale, anche il mercato della Roma potrebbe avere un’accelerata. A dare retta al pre­sidente giallorosso non dovrebbe partire nes­suno dei big (anche se su Pjanic è stato cripti­co e l’indiziato numero uno per una eventuale cessione resta proprio lui). Da qui al 30 giu­gno le eventuali risposte, in un senso o nell’al­tro. Magari Pallotta confida davvero nella ma­novra del gatto maculato e cioè nel fatto di racimolare i soldi necessari (circa 30 milioni di euro) con la cessione dei giovani (Sadiq, Paredes e Sanabria) o di quei giocatori che non vengono considerati utili al futuro giallo­rosso (Ljajic, Doumbia, Iturbe).

TRATTATIVE – Nel frattempo, però, anche in Francia scrivono dell’interesse della Roma per Umtiti, il difensore centrale del Lione, che pe­rò avrebbe già detto di no alla Roma, in attesa di una possibile offerta del Barcellona. Luis Enrique ha un debole per il francese, che però è in ballottaggio per un futuro nel club catala­no con Marquinhos. Dovesse andare al Barça il brasiliano, la Roma potrebbe tornare in pi­sta per Umtiti. L’alternativa è Musacchio, il centrale argentino del Villarreal su cui Sabati­ni tiene gli occhi puntati da almeno un paio di stagioni. Intanto a Trigoria in questi giorni ci sono in prova due Under 17 del Botafogo, il portiere Andrea e il laterale Rhuan, che reste­ ranno nel centro giallorosso per ben 18 giorni. Da segnalare anche come radiomercato abbia registrato ieri un possibile interesse della Ro­ma per Vecino, il centrocampista uruguaiano della Fiorentina. Sul giocatore, però, c’è anche il Napoli, oltre ad avere una valutazione molto alta (15 milioni) da parte della Fiorentina.