Il Tornatora

Ünder celebrato in Turchia. Ma Lamela e Lopez fecero meglio

di Redazione

Corriere dello Sport (R.Maida) – Uno straniero che segna nella Roma a vent’anni fa notizia. Ma per la società americana non è una novità: se Cengiz Ünder ha segnato alla quindicesima presenza in Serie A, due ragazzi sudamericani avevano fatto meglio nelle precedenti stagioni, segnando tutti e due all’esordio e in età ancora più giovane. E’ successo a Erik Lamela nel 2011, nel giorno del debutto contro l’Atalanta. Aveva 19 anni, allenatore Luis Enrique. E ne aveva 19 anche l’uruguayano Nico Lopez, che con un gioco di prestigio alla prima in A contro il Catania di Montella regalò il pareggio (2-2) alla Roma di Zeman. Era l’agosto 2012. Quasi sei anni dopo Lopez gioca nell’Internacional di Porto Alegre, in Brasile mentre Lamela fatica a recuperare continuità nel Tottenham dopo i tanti infortuni: in questa stagione ha giocato solo due partite da titolare.

FESTEÜnder naturalmente si augura una carriera migliore e proprio per questa ragione ha scelto la Roma come prima tappa del percorso fuori dalla Turchia. Ieri i media del suo Paese l’hanno esaltato per il gol segnato a Verona, il primo in A, che può cambiarne la vita romana anche nel breve periodo. Domenica prossima, contro il Benevento, Di Francesco dovrebbe confermarlo come esterno destro d’attacco: sarebbe la quarta partita da titolare consecutiva, dopo tanti dubbi e un periodo difficile. E chissà che la sua impresa sportiva non possa aiutare il club a trovare il main sponsor, visto che sono in corso trattative con la compagnia aerea nazionale turca.

EMERGENZAÜnder è un sorriso fresco in un frullato di preoccupazioni per la Roma, che in vista della prossima partita dovrà rinunciare a tre-quattro centrocampisti: oltre agli squalificati Nainggolan e Pellegrini, che verranno fermati oggi dal giudice sportivo, mancherà sicuramente Gonalons che ancora non può guarire dalla lesione al polpaccio. Ha qualche possibilità in più Daniele De Rossi, assente dal 30 dicembre, ma le sue condizioni andranno valutate a partire da oggi pomeriggio, quando è fissata la ripresa dagli allenamenti. Curiosità anche per Patrik Schick: da oggi dovrebbe ricominciare a correre, con l’obiettivo reale di rientrare sabato 17 a Udine.