apoel-roma-primavera-youth-league-9tumminello-soleri-pellegrini-diallo-gol-esultanza

Il Corriere Dello Sport (F.Schito) – Marco Tumminello si riprende la Roma, l’esordio giallorosso nella nuova Youth League è di quelli da ricordare. Alla prima europea, in casa dell’Apoel Nicosia, i ragazzi di De Rossi rompono il ghiaccio nel primo turno del percorso “Campioni Nazionali” espugnando il Makarion Stadium con un netto 3-0. Il tecnico di Ostia ha potuto sperimentare per la prima volta il tridente pesante, fin qui mai utilizzato per la squalifica di Tumminello in campionato. La promessa della vigilia è stata mantenuta, l’allenatore ha voluto rischiare, schierando il siciliano con Soleri e Keba e proprio l’attaccante di Erice, all’esordio in questa stagione, ha siglato due delle tre reti che hanno deciso il match di ieri. Due perle arrivate nel giro di sessanta secondi: la prima di rapina, la seconda con un gran sinistro dalla distanza. A chiudere i giochi nel finale ci ha pensato Emanuele Spinozzi fissando il risultato sul definitivo 0-3. «L’esperimento delle tre punte pesanti ha funzionato – ha affermato Alberto De Rossi ai microfoni di Roma Tv – con Frattesi e De Santis che con molto sacrificio hanno saputo difendere e attaccare sulla destra, che era la corsia che ci preoccupava un po’: ho chiesto a Keba di rimanere molto largo a sinistra, con Tumminello più accentrato vicino a Soleri. Noi mettiamo gli attaccanti, loro devono fare gol e hanno risposto tutti molto bene. La squadra ha beneficiato sia della loro forza fisica che della loro abilità tecnica, il secondo gol di Marco non era facile».

Forti del risultato ottenuto a Cipro, i giovani giallorossi possono ora guardare con fiducia al big match di campionato di domenica prossima contro l’Inter e al ritorno di Youth League che si giocherà, sempre tra le mura amiche di Trigoria, il prossimo 19 ottobre, dopo la sosta delle Nazionali. «I ragazzi hanno ottenuto un risultato molto buono, anche in vista del ritorno. La bellissima prestazione, visti gli inizi stentati in campionato, ci fa piacere – prosegue il tecnico – e per un allenatore vedere che la squadra corre verso un unico obiettivo è sempre importante. Ora torniamo a Trigoria per una grande partita, siamo attardati in classifica per il ko con l’Entella e sfidiamo l’Inter prima della classe, che è a punteggio pieno, ha segnato otto gol e non ne ha subiti. Ma stiamo crescendo, sarà una bella sfida». Nella gara che deciderà l’eventuale prossima rivale europea della Roma, 0-0 tra Hjk Helsinki e Cork City.