Il Tornatora

Testaccio, 700 firme per sbloccare il progetto e far rinascere il Campo

di Redazione

Continua il braccio di ferro per la gestione di Campo Testaccio, storico impianto che ospitava le partite casalinghe della Roma negli anni 30′: raccolte già oltre 700 firme e la richiesta dello sblocco del progetto partecipato già approvato dal municipio. L’area, dopo 12 anni di incuria e abbandono, era stata bonficata il 12 settembre ma poi, in ottobre, l’assessore allo Sport Daniele Frongia ha ordinato lo stop: “Stiamo lavorando per mettere in sicurezza il campo – aveva scritto sulla propria pagina Facebook – ci sono notevoli avvallamenti per gli scavi di chi ebbe la scellerata idea di farne un parcheggio sotterraneo. Lo abbiamo sbloccato e lo restituiremo alla cittadinanza“. Al momento il sogno di regalare il campo ai ragazzi del quartiere è rimasto tale. Lo scrive La Repubblica.