Il Tornatora

Spinazzola: “Nel secondo siamo stati più cattivi ma non abbiamo trovato il gol. Era difficile giocare, arrivavano sempre prima sulle seconde palle” – VIDEO

di Redazione

Leonardo Spinazzola, terzino della Roma, al termine della gara di Europa League contro il Wolfsberger ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole:

SPINAZZOLA IN ZONA MISTA

Cosa non ha funzionato oggi? E’ solo una questione di atteggiamento?
No, nel primo tempo abbiamo pagato la loro pressione. L’atteggiamento fino a un certo punto, loro sapevamo che pressavano molto e sarebbero andati uomo contro uomo. Nel primo tempo non abbiamo trovato molti spazi, nel secondo tempo è andata molto meglio e abbiamo rischiato di fare molti gol.

La Lazio è stata eliminata e in campionato veniva da 7 vittorie di fila. E’ un problema per la corsa al posto in Champions?
Noi vogliamo essere presenti in tutte le competizioni e cercare di vincere ogni partita. Dopo non guardiamo gli altri, pensiamo alla SPAL domenica e poi penseremo a vincere a Firenze.

C’è una squadra che temete di più in vista dei sedicesimi?
Sono tutte ottime squadre. Arrivati a questo punto vediamo, cerchiamo di essere più fortunati possibile ma qualsiasi squadra prenderemo sarà molto forte. Cerchiamo di giocarcela con tutti.

E’ sembrato che ci fosse più paura di perdere che di vincere la partita…
No perché ho letto ora che hanno segnato al 90′. Noi giocavamo solo per vincere, non pensavamo all’altra partita. Questa partita doveva essere vinta, ci abbiamo provato fino alla fine.

E’ stata un’occasione persa?
Dobbiamo guardare la partita, non potevamo pensare che l’Istanbul vincesse. Dovevamo vincere e basta, pensare solo a noi stessi, non è capitato e guardiamo le cose che abbiamo sbagliato per non ripeterle più.

SPINAZZOLA A ROMA TV

La Roma ha pareggiato per l’atteggiamento?
Sì, soprattutto nel primo tempo, nel secondo tempo secondo me abbiamo cercato di più il gol e la vittoria, siamo stati un pochino più cattivi ma non abbiamo trovato il gol. Nel primo tempo ci hanno pressato molto bene ed era difficile giocare, arrivavano sempre prima sulle seconde palle. E’ stato un punto sul quale il mister ci ha richiamato nel secondo tempo.

Facciamo fatica contro le squadre che pressano. Questo dà fastidio alla Roma?
Atalanta e Verona giocano uomo contro uomo. Il Wolfsberg gioca 4-3-1-2 ma facevano andare la palla sul terzino e poi andavano uomo contro uomo. E’ dura, è difficile trovare soluzioni, alcune volte ci siamo riusciti cambiando bene il gioco, ma alcune volte è difficile.

Com’è andata a sinistra con Perotti? Fisicamente come stai?
A sinistra mi trovo molto meglio soprattutto nell’uno contro uno nella fase finale. Ho diverse giocate che a destra non trovo ancora. Con Diego ci siamo trovati bene. E’ la mia seconda partita a sinistra e contro una squadra che pressa tanto è difficile. Fisicamente posso migliorare tanto ma la mia condizione è buona. Oggi ho spinto per novanta minuti e mi sentivo bene.

Oltre al pressing c’è altro che vi ha messo in difficoltà?
Nel primo tempo abbiamo sbagliato atteggiamento, come ci ha fatto capire il mister tra primo e secondo tempo. Quando sbagli atteggiamento e loro sono più cattivi e arrivano prima su tutte le palle, è normale che è tutto un rincorrere dopo. A quel punto è anche difficile trovare la giocata ed essere lucidi. Nel secondo tempo è andata meglio perché abbiamo avuto più spazio e abbiamo rischiato di fare un paio di gol.

Avete sottovalutato l’avversario? Vi sentivate più forti?
No, più forti no perché già dall’andata sapevamo a cosa andavamo incontro. Io ho visto la squadra concentrata nel riscaldamento come sempre, volevamo solo vincere, volevamo solo vincere oggi senza pensare alla prossima partita. Bastano due palle che ti pressano e loro trovano coraggio e dopo diventa difficile trovare spazi. Però nel secondo tempo è andata meglio secondo me.

Ora testa a domenica…
Domenica è importante come venerdì, dobbiamo chiudere il 2019 nel miglior modo possibile.