Il Tornatora

Santon e Schick, scatti d’orgoglio: «Qui rinato». «Qui rinascerò»

di Redazione

Di Francesco può sorridere: entrambi i suoi attaccanti in rosa, Dzeko e Schick, hanno dimostrato negli impegni con le nazionali di essere in ottima forma fisica, andando a segno. Il tecnico conosce le qualità del ceco, avendolo sotto gli occhi in ogni allenamento, e cerca costantemente di stimolarlo dal punto di vista della cattiveria e dell’applicazione. Ha avuto diverse occasioni non sfruttate, e domani potrebbe essercene un’altra contro la Spal, in cui è possibile il suo impiego dall’inizio proprio al posto di Dzeko. La vera nemica da sconfiggere è la pressione, quella con cui Schick gioca costantemente addosso. È stato bravo e caparbio a liberarsene Davide Santon, che sembra un nuovo giocatore rispetto a quello visto negli ultimi anni con l’Inter. Un ruolo importantissimo in questo passaggio è stato coperto da Di Francesco: «Ho sentito la fiducia dell’allenatore e di Monchi sin dal mio arrivo. Con la Spal contano solo i tre punti», dice il terzino al Match Program. È quanto scrive il Corriere della Sera.