sabatini

Leggo (F.Balzani) – La Roma vuole tenere i suoi big. O almeno così assicura Sabatini. Il ds a Senigallia, a margine della consegna del Premio Cesarini, stavolta non fa tanti giri di parole: «Pjanic e Nainggolan? La promessa che posso fare è che cercheremo di trattenerli e credo potremmo riuscirci, ma dipende anche dalla volontà dei giocatori. Li sconsiglio a chiedere un aumento. Potrebbe succedere vista l’attenzione di altri club, ma non sono preoccupato. La Roma non ha deciso di dismettere i suoi giocatori importanti, ci vedremo con l’allenatore e ne parleremo mettendo insieme obiettivi e problemi. Abbiamo tanti giocatori in giro e siamo sempre riusciti a mettere squadre competitive in campo. Lo faremo anche l’anno prossimo. Digne? Il tenace Digne? Lo vogliamo trattenere, troveremo sicuramente un accordo così come El Shaarawy. Dzeko è un professionista esemplare. Alisson? Non è vero che siamo pieni di portieri perché per ora Szczesny è dell’Arsenal e De Sanctis è in scadenza. Giovani italiani? Servirebbero le squadre B come in Spagna».

A sentire ieri Nainggolan (e Pjanic nei giorni scorsi) però la volontà di restare alla Roma non è in dubbio: «Facciamo così, rimango solo se resta anche Mire. Anzi, se va alla Juve gli ho detto che non mi deve più parlare. A parte gli scherzi il club sa cosa voglio. Io voglio restare qui». «Pjanic e Nainggolan sono i migliori e per fare grandi cose sarebbe importante la loro conferma», taglia corto anche Perotti alla presentazione del ritiro di Pinzolo che forse ha regalato una notizia: nella locandina del ritiro ci sono De Rossi, Florenzi, Salah e Totti che però deve ancora firmare il rinnovo. «Ma andrà tutto bene», è il segnale che arriva da Pallotta e Baldissoni gli fa eco «non è ipotizzabile Totti lontano dalla Roma». Sabatini spiega: «Non è una questione economica ma legata anche al futuro da dirigente che Totti vuole brillante come è stata la sua carriera da giocatore. L’offerta è generosa e non è fatta solo di soldi. Lui avrà sempre un ruolo importante nella Roma». Roma che oggi alle 15,30 partirà per l’amichevole di venerdì contro l’Al-Alhy. Ha parlato anche Spalletti, alla presentazione del Memorial Niccolò Galli: «Pjanic a Roma sta bene, ma bisogna vedere anche altre situazioni: il contratto, l’età, il club che è interessato… È doloroso veder partire chiunque, ma se accadrà ci faremo trovare pronti. Sabatini? Resta». Il ds replica: «È un suo auspicio. Io so quello che farò. Non ho dato le dimissioni, sono orgogliosamente il ds della Roma, faremo un punto con Pallotta: ho chiesto un chiarimento».