Il Tornatora

Roma, un Pastore di nome Eusebio

di Redazione

Ricordiamo cos’ha detto Pastore al suo arrivo nella Capitale: “Ho scelto la Roma perché voglio tornare a sentirmi importante”. C’è ancora tempo per confermare le volontà di inizio stagione, ma, per ora, l’avvio non è stato eccellente, tutt’altro. Con l’exploit di Pellegrini l’argentino andrà in panchina? Pastore non è un giocatore qualsiasi e il sacrificio economico estivo per acquistarlo a 29 anni non è stato indifferente. Immaginarlo mediano o mezzala sembra impossibile. Nel derby finché è rimasto in campo, ha rappresentato un punto di riferimento per Leiva che invece è andato in tilt quando è subentrato Pellegrini. Lo riporta Il Messaggero.