Carlo Ancelotti ha vinto tutto, ma come molte persone nella vita ha un tabù, Claudio Ranieri. Il tecnico del Napoli, infatti, non ha mai battuto l’allenatore giallorosso. Tre vittorie e altrettanti pareggi per Sir Claudio che non avrà un curriculum così lungo come il suo collega, ma può vantare la più grande sorpresa calcistica degli ultimi 30 anni: lo scudetto con il Leicester. A separarli ci sono inoltre 61 panchine di differenza a favore del tecnico di San Saba (1089), otto anni d’età e attualmente 13 punti in classifica. Come riporta Il Messaggero, entrambi domenica riabbracceranno il loro passato. Ancelotti strizzando l’occhio a Roma e alla Roma, che lo ha amato come calciatore e più volte lo ha sognato come allenatore. Ranieri farà altrettanto con il Napoli. La Roma per Ancelotti è il secondo avversario più affrontato in carriera. Trentadue le gare contro i giallorossi: 11 vittorie, 12 pareggi e 9 sconfitte. Ranieri, invece, ha incrociato il Napoli 20 volte: 10 successi, 3 pari e 7 ko. I giallorossi domenica avranno molti indisponibili: se le condizioni di El Shaarawy potrebbero non essere così precarie, Under e Kolarov sono pronti a tornare come Pellegrini. Si spera anche di recuperare De Rossi, ma è difficile.