Roma, c’è ancora troppo di Pallotta

Primo test con la Sambenedettese, in campo i calciatori "vecchi" e soprattutto in uscita

di Redazione

Il Messaggero (U.Trani) – Più che la prima Roma di Friedkin, è ancora quella di Pallotta. Da Fonseca ai titolari schierati in partenza, diversi con la valigia in mano. Eccola, senza novità, in campo a Trigoria per il debutto stagionale contro la Sambenedettese, allenata dall’ex juventino Montero e iscritta al campionato di Lega Pro. Vittoria giallorossa (4-2), da copione. Ma, a 14 giorni dal debutto contro il Verona al Bentegodi (19 settembre), l’amichevole non può certo far chiarezza sulla competitività della squadra che è ancora da assemblare. Qualche risposta l’allenatore l’ha avuta. E anche positiva. Dai giovani Calafiori, prospetto interessante come alternativa a Spinazzola, e Villar, alzato da trequartista. Così come dai pupilli Veretout e Mkhitaryan. Il resto preoccupa il portoghese che, nei colloqui quasi quotidiani con il Ceo Fienga, qualche richiesta l’ha comunque inoltrata, confidando nell’ambizione del nuovo proprietario.