Il Tornatora

Roma, al centro c’è Diawara. Mancini e Verissimo in difesa

di Redazione

Anche se la trattativa per Manolas (che si libera con una clausola di rescissione) è chiaramente separata da quella per il 22enne Diawara (il 17 luglio prossimo), centrocampista della Nuova Guinea, è facile immaginare che i due club si siano parlati per fare una sorta di operazione quadro, nonostante gli affari possano essere contabilizzati in due esercizi di bilancio diversi. Insomma, per l’ufficialità ci sarà ancora da attendere, ma Diawara sembra proprio avere scavalcato Veretout nel gradimento dei giallorossi, anche se tutti i colpi di scena possono essere ammessi. La valutazione che il Napoli fa del suo centrocampista è di circa 16 milioni (a cui aggiungere eventuali bonus), ma tutto deve essere definito nel dettaglio. La stima di Fonseca per il giocatore c’è tutta. Con l’arrivo di Diawara appare sempre più chiuso Nzonzi, che sarà multato per la mancata presenza di due giorni fa alle visite. Il Lione lo corteggia. Detto che occorrerà cedere Olsen, è vero che stato offerto Perin, ma per ora non c’è il gradimento. Piace assai più Pau Lopez del Betis Siviglia, su cui però occorrerebbe fare un investimento di circa 20 milioni. Interessa anche Antony Lopes, del Lione, che per adesso ha rifiutato il rinnovo. In difesa nel mirino sia Verissimo del Santos che Mancini dell’Atalanta. Se Florenzi dovesse partite, il primo obiettivo è Hysaj del Napoli; qualora invece fosse Kolarov a cambiare aria (ancora più complicato rispetto al nuovo capitano), Fonseca avrebbe buon gioco a chiedere Ismaily, terzino sinistro del «suo» Shakhtar. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.