C’è chi sogna Conte, chi aspetta Sarri, chi sussurra il nome di Giampaolo. Ma sulla panchina della Roma oggi c’è Claudio Ranieri, amato dalla piazza, esaltato dalla squadra e sorretto almeno per ora dai risultati. La sua candidatura fin qui è stata snobbata dalle voci di mercato, ma non dalla dirigenza giallorossa che – in caso di mancato ingaggio di un top – potrebbe affidarsi ancora un anno a Ranieri. Uno dei pochi a mettere d’accordo tutta la tifoseria. «Essere tifoso e allenare la tua squadra ti rende orgoglioso oltre ogni limite. Sono soddisfatto della mia carriera, che non è finita ancora. Il progetto per il prossimo allenatore? Conte? Meno male che avete messo in mezzo anche me (ride, ndr). Non stabilisco i programmi futuri, siamo gli ultimi a sapere le cose. Penso a fare il mio per quest’anno, ma dipende da quello che vuole fare il presidente e da che cosa faremo alla fine dell’anno». Decisiva sarebbe quindi la qualificazione in Champions. Che passa anche per la sfida all’Inter di domani sera. Lo scrive Leggo.