Ranieri: “Sul secondo gol potevamo fare meglio, ma contro Dzeko è dura. Pellegrini è un campione”

Il tecnico blucerchiato: "Non dico che pensavamo di averla vinta, però ci è voluta la giocata di un grande campione"

di Redazione

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, è stato intervistato durante il post partita di Roma-Sampdoria 2-1. Queste le sue parole:

RANIERI A SKY SPORT

Sembrava prevedibile il secondo gol…

Era una palla talmente alta che potevamo fare meglio, ma quando hai davanti un attaccante come Dzeko che fa dei gol splendidi è dura. Dovevamo essere più precisi, cinici e determinati. Dopo la partita del Meazza, perlomeno abbiamo fatto un’ottima partita.

Dovete crescere nelle azioni offensive?

La squadra sta bene, lotta e corre tanto ma dobbiamo essere un po’ più arrabbiati di quello che siamo.

Una squadra diversa rispetto a tre giorni fa. La palla di Pellegrini è la palla di un campione?

Certo. Pellegrini è un campione, sa dare delle palle eccellenti e Dzeko ha saputo sfruttare. Sul secondo gol però la palla è scesa con la neve.

Perdere con la Roma è sempre un po’ più dolce…

Di dolce non c’è nulla (ride, ndr). Abbiamo fatto una buona partita, mi spiace per i ragazzi. Volevamo fare bene e volevamo portare via almeno un punto. Non dico che pensavamo di averla vinta, però ci è voluta la giocata di un grande campione.

Il gol di Gabbiadini è tutt’altro che banale. Quagliarella e Gabbiadini sarà la coppia d’attacco per andare a caccia della salvezza?

Naturalmente sono due grandi campioni, insieme a Ramirez. Adesso dobbiamo aspettare che il capitano si rimetta al 100%. E’ una settimana che non lo vedo, si allena in disparte perché non vogliamo forzare i ritmi.

Com’è vincere il titolo non in campo? Cosa puoi dire a Klopp?

E’ sempre bello, Klopp sarà felicissimo. L’importante è portare a casa un trofeo. Nella prima parte il Liverpool è stato veramente devastante.

RANIERI AI CANALI UFFICIALI DELLA SAMPDORIA

Volevo che la squadra giocasse come a San Siro e mi è piaciuta molto. Dovevamo essere più precisi nell’ultimo passaggio e eravamo riusciti a impensierire la Roma. Purtroppo quando entra gente come Cristante e Pellegrini il discorso cambia. Pellegrini ha dato una palla gol eccezionale a Dzeko e lui due gol splendidi. Anche se sul secondo gol mi aspettavo qualcosa di più. potevamo gestirla meglio. È stata una bella partita e andiamo via con l’amaro in bocca“.