Corriere dello Sport (F.Schito) – Nel torneo che la vede detentrice del titolo, la Roma Primavera non cede il passo al Palermo guidato dall’ex giallorosso Scurto e accede ai quarti di finale in programma il prossimo 20 dicembre contro il Bari. Per i giallorossi le cose prendono subito il verso giusto grazie alla precisa inzuccata di Ciofi che si regala il primo gol in questa stagione e permette ai suoi compagni di giocare una gara in controllo. La pioggia non aiuta lo spettacolo, sacrificato sull’altare del passaggio del turno. Nella ripresa arriva anche il raddoppio di Masangu, seguito dal gol della bandiera di Cannavò per i rosanero. Soddisfatto soprattutto del risultato Alberto De Rossi al termine del match: «Tantissima sofferenza nel finale – le parole del tecnico romanista ai microfoni di Roma Tv -, era evidente la freschezza atletica dei nostri avversari così come la differenza di passo, loro arrivavano sempre primi sulle seconde palle e sui rilanci. Si vedeva la differenza di freschezza atletica, che poi si ripercuote su quella mentale. E’ vero che cerchiamo di cambiare, ma qualche elemento sta giocando sempre e ha qualche battuta a vuoto fisiologica. Dovremo far riposare un po’ tutti ma si fa fatica in qualche ruolo». Ai quarti al “Tre Fontane” niente derby: la Lazio è stata sconfitta in casa dal Bari: «E’ la conferma di quello che abbiamo visto qui, affrontiamo squadre fortissime e società attrezzate che mettono a disposizione dei colleghi. Abbiamo tante partite sulle spalle, noi di più rispetto ai nostri “cugini”, ma ci sta un momento di flessione».