Petrachi vuole 5 milioni di risarcimento. Baldissoni all’incasso: transazione da 1,4

Il Messaggero (S. Carina) – L’ex direttore sportivo della Roma, Gianluca Petrachi, ha chiesto alla società un risarcimento da 5 milioni di euro a seguito dei danni provocati dal suo licenziamento. È quanto si evince dalla relazione finanziaria per l’esercizio chiuso il 30 giugno 2020. La prima udienza si terrà il 4 novembre. Non finiscono qui però i contenziosi: superato quello con Baldissoni, a cui è stato riconosciuto 1 milione e 384 mila euro lordi, rimane quello con il Newell’s Old Boys per il trasferimento di Ponce allo Spartak. Gli argentini, che devono ricevere il 40% della cessione, accusa il club capitolino di aver occultato il valore di Ponce, inserendo Romagnoli nella trattativa e dimezzandone così il prezzo finale. Tempestilli chiede per il danno d’immagine un’ulteriore annualità di stipendio. Rimangono ancora in corso anche altre due dispute: Batistuta (7,9 milioni) e con la famiglia Martinangeli. L’ultima in questione, richiede il risarcimento a seguito della morte del signor Stefano nel giorno di Roma-Livorno del 2008 a causa di un arresto cardiaco sugli spalti. Secondo i familiari, ciò avvenne per carenze organizzative imputabili in parte al club.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A