One Goal, la Roma al fianco dell’Associazione Italiana Persone Down. Calvo: “Cerchiamo da sempre di attivarci per supportare le realtà in difficoltà”

L’AS Roma e l’Associazione Italiana Persone Down uniscono le forze e lanciano la campagna One Goal.

L’iniziativa ha come obiettivo la promozione dell’inclusione lavorativa e sociale e prevede il lancio di una raccolta fondi internazionale per favorire la realizzazione di corsi di autonomia e di percorsi formativi di inserimento al lavoro dei ragazzi con sindrome di Down.

In occasione del lancio della campagna, Andrea MoriconeFabrizio MenichelliMartina Mencuccini e Giordana Cavalieri sono diventati ‘cronisti per un giorno’ e hanno commentato il miglior gol del mese di dicembre scelto dai tifosi giallorossi: quello di Riccardo Calafiori contro lo Young Boys in Europa League.

Oltre a loro, due tifosi romanisti d’eccezione si sono cimentati nella telecronaca del gol: Claudia Gerini e Carlo Verdone.

La pandemia non ha solo sconvolto le nostre vite, ma ha anche spento i riflettori sulle necessità di tanti ragazzi con sindrome di Down”, spiega Francesco Calvo, COO dell’AS Roma. “Per questo motivo abbiamo deciso di lanciare una campagna a supporto dell’Associazione Italiana Persone Down e dell’European Down Syndrome Association. Come Club cerchiamo da sempre di attivarci per supportare le realtà in difficoltà, non solo in modo diretto ma offrendoci, come in questo caso, anche come piattaforma in grado di attirare attenzioni positive”.

La campagna durerà fino alla fine del campionato e ai primi quattro commentatori ne seguiranno altri, in Italia e all’estero, che si alterneranno ogni mese nel commento al goal più bello votato dai tifosi. L’obiettivo è di sostenere questi ragazzi, affinché possano “fare goal” nella partita della vita.

Abbiamo accolto con entusiasmo l’idea dell’AS Roma di progettare una campagna a sostegno dei tanti ragazzi e giovani con SD che in questi mesi sono rimasti chiusi spesso in casa, ma che hanno voglia di dimostrare di poter diventare grandi e conquistare il proprio posto nella società”, ha commentato Anna Contardi, coordinatrice nazionale di AIPD. “Imparare a prendere l’autobus da soli, trovare un lavoro part time come cameriere sono solo alcuni dei goal che molti ragazzi con SD hanno segnato in questi anni grazie ai progetti di AIPD e vogliamo che un numero sempre più alto di loro abbia domani questa possibilità. Contiamo sul generoso cuore giallorosso!.

Cliccando qui, si potrà effettuare una donazione all’associazione per sostenere i progetti di autonomia e lavoro. Anche le aziende che vorranno rendersi disponibili potranno contattare l’AIPD e altre organizzazioni per offrire un lavoro ai ragazzi con SD.

asroma.com

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A