Pagine Romaniste

Repubblica.it – E’ il giorno del “Conejo”. Lopez firma per 5 anni

di Redazione

La sua prima residenza romana, il Park Hotel Mancini, a due passi dalla Pontina, non lontano da Trigoria. Dove, nel pomeriggio, ha anche iniziato a prendere confidenza con l’universo giallorosso. Inizia così l’avventura del diciottenne uruguaiano Nicolas Lopez alla Roma: un paio di milioni il prezzo che la Roma pagherà al suo rappresentante, Pablo Betancourt (oggi a Trigoria fin dalla mattina insieme al fratello per ultimare i dettagli del contratto), per onorare la clausola rescissoria saldata con il Nacional Montevideo, a cui il club giallorosso dovrà corrispondere anche un’indennità di formazione, obbligatoria in questo tipo di trasferimenti. Ma oggi, il trequartista uruguaiano che in patria già assimilano a Fonseca soprattutto per gli incisivi sporgenti, e ribattezzato per lo stesso motivo dai media “el Conejo”, il coniglio, ha soprattutto firmato il suo primo contratto con la Roma, a cui resterà legato per cinque anni.

SOGNO REALIZZATO – Ha le idee chiare il piccolo uruguagio, maggiorenne dallo scorso 1 ottobre: “Ho realizzato il mio sogno”. Già, perché anche per festeggiare il titolo con il Nacional – “Era il mio desiderio più grande” – aveva già chiaro cosa avrebbe voluto fare da grande: “Spero di giocare presto in Europa”. Sabatini lo ha accontentato, centrando il primo acquisto del 2012 per la Roma. Perché se anche al nuovo anno mancano un paio di mesi, “Nico”, nomignolo usato dai suoi compagni fin dalla tenerissima età, non sarà tesserabile prima del primo gennaio, giorno della riapertura del mercato. Nell’attesa, potrebbe iniziare ad allenarsi con i suoi nuovi compagni, appena la Roma riceverà il via libera dal Nacional, club con cui Lopez ha debuttato ad appena diciassette anni. Non ama parlare Nicolas, “ma è un giocatore che parla con i piedi”, giurava solo pochi mesi fa il tecnico del Nacional e suo primo estimatore, Juan Ramon Carrasco. Per dimostrarlo, l’attaccante mancino ha impiegato appena 62 minuti di carriera: dopo una stagione da favola in Punta Cup, una sorta di torneo riserve, chiuso da cannoniere, ha bagnato il debutto in prima squadra con il gol del momentaneo 3-0 al Central Español, dopo poco più di un’ora di gioco. Era il torneo Clausura 2011, vinto poi dal Nacional contro il Defensor Sporting. Lopez non si è fermato lì: appena maggiorenne, è volato con la famiglia in Europa, lasciando al suo agente il compito di risolvere l’accordo in essere con il club uruguaiano, pagando la clausola da un milione e mezzo di dollari. “Volevo l’Europa”. La Roma lo ha accontentato.

BIGLIETTI IN VENDITA ONLINE – L’ultima iniziativa non potrà bloccarla neanche l’Osservatorio del Viminale. La Roma, dopo la bocciatura a tempo da parte delle istituzioni competenti di un pacchetto di gare acquistabile anche per i non possessori della Tessera del Tifoso, ha comunicato di aver avviato la vendita on-line dei tagliandi per le proprie gare interne. Da lunedì 14 novembre, infatti, sarà possibile acquistare i biglietti per tutte le gare interne, esclusi derby, Roma-Napoli e Roma-Catania causa limitazioni che potrebbero essere adottate nell’imminenza dei match, a partire da Roma-Juventus del 12 dicembre. Prevista anche regolare prelazione per i possessori di Roma Club Privilege. Previste poi riduzioni speciali per chi decidesse di festeggiare il proprio compleanno nel settore famiglie (Distinti Nord) dello Stadio Olimpico in occasione di una gara, e tariffe agevolate anche per gli ottavi di Coppa Italia riservate ai possessori di un biglietto della gara Roma-Slovan di Europa League di agosto.

Repubblica.it – Matteo Pinci