Corriere dello Sport – Nico Lopez è già a Roma

di Redazione

Ne mancano tre. Perché il primo dei quattro acquisti in programma per il prossimo mercato di gennaio, quello che prevedeva l’arrivo a Trigoria di una seconda punta, la Roma lo ha praticamente perfezionato in questa settimana: si tratta del diciottenne Nicolas Lopez, talento uruguaiano, sul quale Sabatini, come anticipato dal nostro giornale, si era mosso già a partire dallo scorso settembre, praticamente dopo la chiusura del mercato estivo. Il giocatore, a Roma con la sua famiglia, ha già visto Sabatini. I tasselli dell’operazione sono andati tutti al loro posto. (…)

OPERAZIONE – Alla Roma il cartellino di Lopez costerà sicuramente 1,5 milioni di dollari. Sempre che il procuratore del trequartista, Pablo Bentancur, si accontenti. Perché il proprietario di Lopez non è più il Nacional di Montevideo, bensì proprio l’agente uruguaiano. Dopo le polemiche sorte a settembre in Uruguay sulla fuga dell’allora minorenne “Nico”, il Nacional aveva fatto causa a Bentancur, pronto in quel periodo a svincolare il suo assistito unilateralmente. Nel mese di ottobre però, in attesa della causa, le parti hanno raggiunto un accordo: il procuratore ha garantito al club uruguaiano la cifra della clausola rescissoria esistente sul vecchio contratto, 1,5 milioni di dollari appunto, inserendo sotto la voce “pagato” anche i diritti di formazione.
ACCORDO – Bentancur è procuratore anche dell’altro gioiello uruguaiano Abel Hernandez, attaccante portato a Palermo nel periodo in cui il direttore sportivo era Walter Sabatini. Difficile pensare che la cifra che andrà al Nacional sia stata garantita senza una bozza di accordo. I rapporti tra l’agente e il direttore sportivo giallorosso sono ottimi. Tanto che, come detto, già a settembre la Roma aveva fatto arrivare il ragazzo e la famiglia nella Capitale, pronta a blindarlo non appena avesse compiuto la maggiore età, il primo ottobre. Nel frattempo però in Uruguay la polemica montava: sulla vicenda era intervenuto anche il ministero degli interni del Paese sudamericano, deciso a scoprire che fine avesse fatto il ragazzo. Ora però è tutto risolto e tutti sono contenti: il Nacional Montevideo perché ha visto soddisfatta la sua clausola, Bentancur perché consegnerà a Sabatini il suo talento mantenendo una quota di proprietà del cartellino (tra il 20% e il 30%, con i sudamericani è ormai una prassi, è stato così anche per Pastore al Palermo), la Roma perché mette a segno quello che considera un grande colpo. (…)
SALUTI – Ieri a Trigoria c’era Stefano Antonelli, consulente di mercato dell’Udinese. Qualcosa in corso tra la Roma e il club friulano? No, assolutamente. La conferma è arrivata dal diretto interessato: “Ho salutato il mio amico Sabatini, sono stato qui solo un quarto d’ora, difficile impostare trattative in così poco tempo…“.
Corriere dello Sport – Alberto Ghiacci