La moglie di Taccola: “Morte di mio marito pagina tremenda della storia del calcio. Apertura della Roma un po’ tardiva”

di Redazione

Marzia Nanniperi, moglie di Giuliano Taccola, calciatore della Roma morto in campo per un attacco cardiaco il 16 marzo 1969, ha rilasciato delle dichiarazioni all’Ansa. Queste le sue parole:

“La morte di mio marito Giuliano rimane una pagina di storia del calcio tremenda, per lui e per noi familiari, io e i due figli, rimasti soli e in difficoltà economiche. Dopo 50 anni non sappiamo la verità. Ho scritto a tutti i Governi, anche a questo in carica, ma nessuno mi ha risposto. Oggi la Roma va in campo a Ferrara con una maglia commemorativa per Giuliano. Va bene. Ci sembra, ripeto, ci sembra un’apertura, la Roma sembra avvicinarsi, forse è un modo di recuperare, anche se un po’ tardivo. Per decenni nessuno ci ha cercato o ha ricordato Giuliano. Eppure da allora stiamo chiedendo perché morì e nessuno ha dato risposte”.