Mancini capoccia antidoto per la Roma che non segna più

La Repubblica (M.Pinci) – Nella Roma c’è una categoria di calciatori abilissimi nel risolvere i problemi: anche quando non sarebbe proprio il loro mestiere. Uno è Gianluca Mancini, difensore ma con la specializzazione nel tirare fuori i compagni dalle situazioni complicate. Dopo il gol che ha affondato il Cagliari e quello con cui ha ripreso per i capelli la fuga di Conte all’Olimpico, ieri ha mandato di traverso al Genoa il pranzo della domenica.

La sua testata ha riportato (in attesa di Inter-Atalanta) la Roma al quarto posto, in scia della Juve, nonostante una partita non emozionante. Dopo il giro di boa, 7 gol su 10 li hanno messi a segno bomber prestati da altri reparti: Veretout, Spinazzola, Diawara e, appunto, Mancini. Nelle ultime 6 partite, l’unico attaccante ad andare a segno è stato Pedro contro l’Udinese, ma a risultato acquisito. Fonseca paga certamente l’assenza di Dzeko e quella di Veretout, principale realizzatore del club.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A