Corriere dello Sport (G.Marcotti) – Riyad chi? Sarà pure stato il giocatore dell’anno due stagioni fa, ma ormai il Leicester tratta Mahrez come un eventuale bonus piuttosto che un giocatore su cui fare affidamento. Nessuno gli chiude la porta, se dovesse restare darà il suo contributo e sarà ben accetto. Però il tecnico Shakespeare sta costruendo una squadra che funziona benissimo senza di lui. E i tifosi si coccolano il nuovo bomber Kelechi Iheanacho, arrivato dal City per 30 milioni. Il giovane attaccante, l’anno scorso rincalzo del Kun Aguero, dovrebbe formare con Vardy una coppia improntata sulla rapidità e sul contropiede. E per il popolo delle Foxes, con Iheanacho si va sul sicuro.

LE MOSSEMa il Leicester rinuncerebbe a Mahrez anche per dare più spazio all’esterno Demarai Gray, gioiellino gia in odore di nazionale inglese, che offre imprevedibilità e corsa sulla fascia. Intanto il mercato procede in vista della prima di campionato venerdì sera contro l’Arsenal di Wenger. Anzi, i Gunners hanno respinto l’offerta iniziale del Leicester proprio per il centrocampista Mohamed Elneny: circa 12 milioni. A Leicester però sono fiduciosi che il “no” di Wenger sia legato proprio allo scontro diretto tra i due club e che, passato venerdì si tornerà a trattare. Se il futuro di Mahrez resta incerto, lo è molto meno quello di Ahmed Musa, l’attaccante nigeriano che al King Power Stadium non ha avuto fortuna. Il Fenerbahçe avrebbe offerto 18 milioni, l’Hull City lo vorrebbe in prestito oneroso con diritto di riscatto a 15 milioni. Se dovessero arrivare cifre del genere, il Leicester è convinto di poter trattenere tranquillamente Mahrez. A patto che voglia restare. Perché le Foxes sono già pronte anche senza di lui.