Il Tornatora

L’Uefa: “Cakir ha giudicato il fallo su Schick. Per il Var non c’erano prove evidenti”

di Redazione

A controbattere alle ire del presidente Pallotta ci pensa la Uefa. Come scrive Il Tempo, la confederazione europea ha spiegato tramite il proprio sito gli episodi dubbi delle partite del ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Questo si legge in merito all’episodio del possibile rigore su Schick in Porto-Roma: “L’arbitro Cakir si trovava vicino all’azione e ha visto il potenziale episodio dal vivo, non ravvisando alcun fallo. Tuttavia, ha deciso di ritardare la ripresa del gioco per dare più tempo al VAR di rivedere l’azione dalle varie angolazioni. È stato effettuato un controllo e le immagini sono state studiate attentamente, ma la VAR non ha rilevato prove evidenti. Non vi erano i presupposti per il suo intervento e per l’on field review“.