Il Tornatora

Liverpool, condannato ultrà romanista

di Redazione

Simone Mastrelli, il tifoso giallorosso arrestato per un brutale pestaggio fuori dello stadio a Liverpool quasi un anno fa, è stato condannato a tre anni e mezzo di carcere. E’ stato lui ad ammettere davanti ai giudici inglesi di aver aggredito il tifoso dei Reds, Sean Cox. La polizia inglese si è avvalsa dell’aiuto di quella italiana e soprattutto romana. Alcuni autori degli scontri furono raggiunti da un mandato d’arresto inglese proprio a Roma. Mastrelli è stato arrestato in Italia a gennaio e poi estradato in Inghilterra. Queste le parole, nel corso dell’inchiesta, del giudice Marc Brown: «Il calcio è stato descritto come il gioco più bello, ma i terribili eventi accaduti fuori dallo stadio di Anfield, quando Cox è stato aggredito e ha subito lesioni pesantissime, hanno sicuramente rovinato la sua reputazione». Lo scrive Il Messaggero.