roma-bayer-lippi

Marcello Lippi, ex allenatore della Juventus e della Nazionale, è stato spesso accostato alla Roma in caso di esonero di Rudi Garcia. Queste le parole di Lippi, a calciomercato.com, sul suo futuro e sul campionato di Serie A:

A quanto pare, ha tanta voglia di allenare…
Quando sono tornato dalla Cina ho detto: basta, non me la sento più. Ma dopo qualche mese ho capito che in realtà non ero saturo di calcio, tutt’altro. Solo che non ce la facevo più a stare così lontano dalla mia famiglia, a tornare a casa ogni sei mesi. Oggi però me la sento di rimettermi in discussione e dico: io ci sono, io sono pronto, con tutto me stesso. Se poi un’occasione non arriva, pazienza“.

Ritroverebbe un campionato straordinariamente equilibrato: sorpreso?
Cinque squadre in quattro punti è qualcosa di meraviglioso. E’ successo perché la Juve ha rinnovato tanto e poi, a inizio stagione, ha avuto gli infortuni di Marchisio e Khedira. A quel punto è andata in difficoltà, com’era normale che capitasse; ora che sono tornati tutti, ha ricominciato a vincere e ha agganciato le altre. Così adesso sono cinque lì assieme e tutte possono vincere lo scudetto“.

Davvero è convinto che non ci sia una favorita?
Molti dicono che lo è la Juve e magari è vero, perché è quella più abituata a vincere. Ma come non considerare l’Inter, così solida, con un allenatore preparato e intelligente come Mancini? E anche le altre…“.

Anche la Roma a suo avviso è in lotta per lo scudetto?
Certo che lo è, in fin dei conti è staccata appena di quattro punti dall’Inter benché abbia avuto qualche difficoltà. Ma è una grande squadra, deve solo trovare il modo per sfruttare al massimo i suoi attaccanti. Il ritorno di Totti farà il resto“.