Il Tornatora

Estero – Premier League, si decide tutto all’ultima giornata. Liga, quattro gol per Messi nel derby di Catalunya

di Redazione

Il Chelsea si aggiudica la FA Cup battendo in finale il Liverpool per 1-0 al Wembley Stadium. Al termine di una gara non bellissima, sbloccata da un gol in contropiede  di Ramires. Per i Blues è la settima Coppa d’Inghilterra della propria storia, il primo trofeo per Roberto Di Matteo. In attesa della finale di Champions League.

Si è anche giocato l’unico anticipo della 37° giornata di Premier League. Nella gara del “lunch time” spettacolare pareggio (3-3) tra l’Arsenal ed il Norwich. Un pareggio che non complica la corsa per l’europa che conta per gli uomini di Wenger, visto che le dirette inseguitrici non ne approfittano. Il Newcastle, infatti, perde in casa contro il Manchester City per 2-0 ed il Tottenham non va oltre l’1-1 in casa dell’Aston Villa. Il Manchester Utd risponde alla vittoria dei cugini dei citizens vincendo in casa contro lo Swansea per 2-0. Se tutto rimanesse invariato fino alla fine dell’ultima giornata di campionato, per la differenza reti (+8) sarebbero gli uomini di Mancini i campioni d’Inghilterra 2011/12.

Ecco i risultati:

5/5: Arsenal  3-3  Norwich.

6/5:  Newcastle  0-2  Manchester City; Aston Villa  1-1  Tottenham; Bolton  2-2  West Bromwich; QPR  1-0  Stoke City; Fulham  2-1  Sunderland; Wolverhampton  0-0  Everton; Manchester United  2-0  Swansea.

7/5: Blackburn  0-1  Wigan.

8/5: Liverpool  4-1  Chelsea.

La classifica aggiornata:

Manchester City 86, Manchester Utd86 , Arsenal 67Tottenham 66Newcastle 65Chelsea 61, Everton 53, Fulham 52, Liverpool 52, West Brom 47, Sunderland 45, Swansea 44, Stoke City 44, Norwich 44, Aston Villa 38, Wigan 40, QPR 37, Bolton 35Blackburn 31, Wolverhampton 25.

*In grassetto le squadre in Champions League (le prime tre direttamente alla fase a gironi, la quarta al turno preliminare), in corsivo le qualificate all’Europa League ( le prime due nella fase a gironi, la terza al turno preliminare), in corsivo grassetto le squadre retrocesse.

Nella serata dell’ultima apparizione di Pep Guardiola al Camp Nou, è però il numero 10 blaugrana Lionel Messi a prendersi la scena. Nel derby con l’Espanyol, infatti, la Pulce realizza un fantastico poker, regalando la vittoria (ormai inutile ai fini della classifica) al suo ormai ex allenatore ed arrivando a quota 50 gol nella Liga, 72 stagionali. Un addio migliore, di certo non poteva esserci. Il tecnico spagnolo lascia la panchina del Barca dopo aver vinto 13 trofei ( 3 campionati, 1 coppa di Spagna, 3 Supercoppe di Spagna, 2 Champions League, 2 Supercoppe Uefa e 2 Mondiali per club) in appena 4 anni. Nelle altre gare della 37° giornata di Liga, il Real Madrid campione di Spagna batte in rimonta il Granada (1-2), grazie ad un gol di Cristiano Ronaldo ed un autogol. L’obiettivo 100 punti è ad un passo, precisamente a 3 punti.

Ecco i risultati:

5/5: Maiorca 1-0 Levante; Athletic Bilbao 0-0  Getafe; Granada 1-2 Real Madrid; Valencia 1-0 Villarreal; Siviglia 5-2 Rayo Vallecano; Barcellona 4-0 Espanyol; Sporting Gijón 2-1 Betis Siviglia; Atlético Madrid 2-1 Málaga; Real Saragozza 2-1 Racing Santander; Osasuna 1-0 Real Sociedad.

La classifica aggiornata:

Real Madrid 97, Barcellona 90, Valencia 61Malaga 55, Atletico Madrid 53Levante 52, Maiorca 52, Osasuna 51, Siviglia 49, Athletic Bilbao 49, Getafe 47, Betis Siviglia 46, Espanyol 45, Real Sociedad 44, Granada 42, Villareal 41, Rayo Vallecano 40, Real Saragozza 40Sporting Gijon 37, Racing Santander 27.

*In grassetto le squadre in Champions League (le prime tre direttamente alla fase a gironi, la quarta al turno preliminare), in corsivo le qualificate per l’Europa League ( le prime due direttamente alla fase a gironi, la terza al turno preliminare), in corsivo grassetto le squadre retrocesse.