Corriere Della Sera (R.Frignani) – Perplessi. Non solo perché il ministro dello Sport Luca Lotti vuole chiudere la questione barriere smontandole dallo stadio Olimpico entro la fine del mese, ma anche — e soprattutto — perché subito, il primo marzo, si giocherà il derby d’andata della semifinale di Coppa Italia. Un immediato banco di prova per gli ultrà, che si ripeterà poi il 5 aprile (derby di ritorno) e il 30 aprile (derby di campionato). Perplessi sono i poliziotti, ma lo è anche il prefetto di Roma Paola Basilone in attesa di una convocazione all’incontro di martedì al ministero dell’Interno al quale parteciperanno il responsabile del Viminale Marco Minniti, lo stesso Lotti e i vertici della Roma e della Lazio per trovare una rapida soluzione che porti all’eliminazione delle barriere in curva Sud e in curva Nord. A istituirle quasi due anni fa, per motivi di pubblica incolumità, fu l’allora prefetto Franco Gabrielli, ora capo della polizia, in applicazione di una direttiva del ministro Angelino Alfano. Da quel momento la protesta degli ultrà, soprattutto di quelli giallorossi, non si è mai fermata.

E l’Olimpico ha offerto spettacoli mai visti prima: crollo dei biglietti, ampi spazi vuoti, manifestazioni fuori dallo stadio, minacce e insulti allo stesso Gabrielli. Ora il dietrofront, con il prefetto Basilone che ieri si è lasciata andare a un laconico commento: «Mi aspetto di essere convocata a quella riunione, comunque non spetta a me valutare se togliere o no le barriere». E mentre il presidente del Coni Giovanni Malagò — che ieri sera ha incontrato Lotti — assicura che «le tifoserie di Roma e Lazio hanno dimostrato maturità», i funzionari di polizia (Anfp) non nascondono il loro disappunto: «Non comprendiamo l’iniziativa del ministro», spiega Enzo Letizia, per il quale «è una resa ai violenti. Nessuna intesa o rapporto è possibile con il mondo degli ultrà». Ma c’è anche un altro interrogativo: senza barriere all’Olimpico, si giocherà sempre in notturna (come prevede il contratto con la Rai) oppure i derby di Coppa, come accade da 4 anni per tutte le stracittadine, saranno ancora anticipati al pomeriggio per evitare incidenti?