Lazio, a giorni la perizia sui 95 tamponi sequestrati nel laboratorio di Avellino. Tra Taccone e Lotito è sempre più gelo

La Gazzetta dello Sport (M. Nicita) – I pubblici ministeri della Procura di Avellino stanno lavorando a fondo nell’approfondimento delle carte sequestrate che riguardano oltre mille test effettuati dalla Lazio presso il laboratorio dei Taccone. Il prossimo risultato dell’inchiesta dovrebbe essere la perizia sui 95 tamponi sequestrati nel laboratorio di Avellino e ritestati poi all’Ospedale Giuseppe Moscati dello stesso centro irpino. La dottoressa Maria Landi a giorni dovrebbe fornire la sua lettura dei dati sul perché delle eventuali differenze che potranno emergere fra i risultati dati da quei tamponi il 6 novembre, tutti negativi in casa Lazio, e quelli del secondo processo effettuato nel nosocomio irpino lo scorso 10 novembre. L’impressione è che le ultime dichiarazioni dei rappresentanti legali della Lazio abbiano raffreddato i rapporti fra la famiglia Taccone e lo stesso Claudio Lotito. Walter Taccone, il patron di Futura Diagnostica, ha sempre mostrato amicizia a Lotito. A inizio inchiesta aveva detto: “Spero gli faccia vedere i sorci verdi a questi accusatori!”. Chissà come la pensa ora che la Lazio sta cercando di scaricare le responsabilità sul laboratorio irpino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A