Il Tornatora

La Roma si sdoppia

di Redazione

Corriere dello Sport (G.D’Ubaldo) – La Roma si fa in due. La crescita della società porterà ad avere bisogno di più spazi. Oggi il club ha una struttura molto capillare, con i dipendenti che superano le 180 unità. C’è grande attenzione ai media, con un centro di produzione all’interno di Trigoria in grado di fornire anche servizi esterni in tutto il mondo. Anche l’ufficio amministrativo e il commerciale si sono espansi e i locali del centro sportivo diventano sempre più stretti. Per questo i dirigenti stanno valutando l’ipotesi di spostare alcuni uffici in un’altra sede, non distante da Trigoria, dalle parti dell’Eur. Sono stati visionate tre location e più avanti sarà presa una decisione su quella che risponde meglio alle esigenze della Roma. Naturalmente a Trigoria resteranno la squadra, l’ufficio tecnico, il settore giovanile, la foresteria dei giovani, il settore dei media, che lavora a stretto contatto con la squadra. Potrebbero spostarsi gli uffici commerciali e quelli amministrativi, in una zona di Roma non lontana dal centro sportivo.

LE MAIL – Secondo una prassi consolidata i dipendenti della Roma hanno ricevuto ad agosto, prima della partita contro l’Inter, come tutti gli anni, all’inizio della stagione agonistica, una mail dalla direzione della società, con la quale si invitano tutti a evitare di seguire dalle finestre gli allenamenti e di non frequentare il bar durante l’orario della presenza della squadra. Un’accortezza che aveva chiesto Garcia durante la sua esperienza romana e alla quale teneva Spalletti e tiene lo stesso di Francesco. Gli uffici della sede della Roma sono stati spostati a metà degli anni Ottanta a Trigoria, durante la presidenza di Dino Viola. Prima di allora la casa storica della Roma era al Circo Massimo, al primo piano del palazzo che fa angolo tra via del Circo Massimo e viale Aventino. Lì c’era anche la biglietteria, che è stata mantenuta per qualche tempo anche a Trigoria, mentre oggi presso il centro sportivo non c’è nessuno sportello aperto al pubblico.

LA STORIA – La prima sede storica della nascente società venne ubicata in via Uffici del Vicario 35, nel rione Campo Marzio. All’epoca la squadra giocava al Motovelodromo Appio, struttura capiente in grado di accogliere la massa di tifosi della società appena fondata. L’impianto si trovava in località Cessati Spiriti, in via Appia Nuova ed era a continuo rischio allagamento. La Roma giocò lì fino all’inevitabile trasferimento a Testaccio.