La Roma si concentra su un tris di portieri, Rui Patricio resta in pole

Il Corriere Dello Sport (G.D’Ubaldo) – Il problema numero uno. L’acquisto di un portiere è una delle priorità di Tiago Pinto, su indicazione del nuovo allenatore. Pau Lopez è fermo per infortunio, Mirante e Farelli si sono svincolati, l’unico rimasto e Fuzato, che farà il secondo in attesa del nuovo titolare. La Roma da qualche settimana è sui Rui Patricio, portiere portoghese che sarà titolare all’Europeo e che ha lo stesso procuratore di Mourinho.

Rui Patricio ha il suo contratto in scadenza tra un anno con il Wolverhampton e non lo rinnoverà. Può arrivare per una cifra intorno ai sette milioni, grazie ai buoni uffici di Mendes, che poi aiuterà la Roma a piazzare Lopez. L’alternativa è Hugo Lloris, che Mourinho ha avuto al Tottenham. Va in scadenza nel 2022 e potrebbe avere un costo accessibile come Rui Patricio, sui sette milioni. 

Un altro è nome è una vecchia conoscenza giallorossa, Wojciech Szczesny. Il suo contratto con la Juventus scade nel 2024 e ha sicuramente un costo più elevato degli altri due, guadagna sei milioni, ma potrebbe essere messo in piedi uno scambio che coinvolgerebbe anche Florenzi. Non prende quota la candidatura di Areola, offerto da Mino Raiola praticamente gratis, in prestito. 

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti