Il Tornatora

I cavalieri alla corte di Fonseca

di Redazione

Stavolta per vincere non ha ribaltato la squadra, non ha inventato Mancini centrocampista, non ha toccato quasi niente. Paulo Fonseca ha vinto a Verona modificando lo stile. E basta. Ha compiuto un altro passo virtuoso di adattamento al calcio italiano, producendo risultati immediati che hanno fortificato il quarto posto della Roma. Rispettando Juric senza per questo consegnarsi, come invece aveva fatto contro l’Atalanta, Fonseca ha sorpreso l’avversario che si sarebbe aspettato il solito gioco composto da fraseggi e possesso palla cercando la via verticale, anche alzando le traiettorie dei passaggi. Lo riporta il Corriere dello Sport.