Disastro Roma, finisce in 9 e male. Lo Spezia la castiga e fa l’impresa

Corriere della Sera (L. Valdiserri) – Non bastava il derby perso 0-3. Ci voleva anche l’eliminazione dalla Coppa Italia contro le riserve dello Spezia nel trentennale della morte di Dino Viola. 

La confusione in panchina è totale e lo dimostra il sesto cambio fatto d Fonseca contro il regolamento. Pellegrini ha discusso a lungo con l’allenatore, dopo che l’arbitro aveva espulso nei supplementari Mancini e Pau Lopez in 60 secondi, cercando di metterlo sull’avviso. Ma alla Roma c’è chi non conosce il regolamento, come dimostrato nella prima giornata di campionato, contro il Verona, incappando nello 0-3 a tavolino per aver schierato Diawara.

Non è bastato l’aiuto di Italiano che ha fatto più turnover della Roma. Ha mandato in campo Leo Sena, brasiliano con 15 minuti di A, e il portiere lituano Krapikas, con 6 presenze in serie B nella scorsa stagione. nemmeno lui poteva immaginare che in 15 minuti si sarebbe trovato come la Lazio venerdì sera, cioè avanti due 2-0 per due errori della difesa: il primo di Cristante ed il secondo di Kumbulla.

La Roma l’ha rimessa in vita a fine primo tempo per un goffo fallo da rigore su Pellegrini e ha pareggiato con Mkhitaryan, ma il disastroso Borja Mayoral si è divorato il 3-2, solo davanti al portiere, nel finale dei tempi regolamentari. Rudi Garcia pagò con l’esonero, Fonseca rischia la stessa fine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A