Il Tornatora

De Zerbi col tridente. E c’è il ritorno di Defrel

di Redazione

Il tridente contro il tabù. Ci pensa, De Zerbi, ad aggredire la non impeccabile linea difensiva romanista – 4 gol subiti in 2 gare – con tre attaccanti, e magari al cambio di modulo – probabile ma non certo – appende quello che sarebbe un miracolo statistico, ovvero la prima vittoria del Sassuolo dopo la prima pausa stagionale. Statistica da poco, ma oltre la quale è obbligatorio andare per un Sassuolo ancora privo di Magnanelli e Rogerio ma che aggiunge alla distinta – ma non necessariamente all’undiciChiriches, Romagna e il temutissimo ex Defrel, in gol all’Olimpico, contro i giallorossi, nelle ultime tre occasioni in cui li ha incontrati. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.