Il Tornatora

De Rossi e i 70 mln del Chelsea… Osvaldo, prima da titolare in azzurro

di Redazione

Dopo un week end senza partite nei campionati di calcio in tutta Europa, è iniziata la settimana che porterà la Roma a sfidare domenica sera nel posticipo della dodicesima giornata il Lecce dell’ex romanista Di Francesco. Ecco alcuni dei fatti più importanti del giorno in casa romanista.

De Rossi – Daniele De Rossi e la Roma. Un amore reciproco che nessuno vorrebbe finisse. Da una parte De Rossi che avrebbe declinato alcune offerte “monstre” dai club più prestigiosi del mondo, e dall’altra la Roma che vorrebbe assicurarsi le prestazioni di Capitan Futuro per i prossimi anni. Nel mezzo, un contratto in scadenza e la possibilità di firmare con qualsiasi squadra da gennaio 2012. Le trattative tra le due parti continuano ogni giorno per arrivare ad una soluzione soddisfacente della vicenda per entrambi. Intanto Bruno Conti svela un retroscena riguardante De Rossi e il mercato internazionale. Ai microfoni di Manà Sport il dirigente giallorosso dichiara: “Per De Rossi noi della Roma, e Rosella Sensi in particolare, rifiutammo un’offerta di settanta milioni di euro dal Chelsea, qualche anno fa”. Poi un augurio: “Daniele resta a Roma, che possa andare via è il mio ultimo pensiero“. Una Roma ai vertici in Italia ed in Europa non può fare a meno di Daniele De Rossi al centro del centrocampo giallorosso…

Osvaldo – Da acquisto snobbato a bomber indiscusso della Roma. Questa la parabola dell’attacante romanista nei primi mesi in giallorosso. Ottime prestazioni e cinque reti in campionato hanno permesso a l’italo-argentino di conquistare anche la nazionale azzurra. Domani nella partita contro l’Uruguay di Cavani e Suarez potrebbe esordire dal primo minuto. Alla vigilia della partita amichevole allo stadio Olimpico di Roma Pablo Daniel Osvaldo parla dal ritiro della Nazionale italiana. “Sono pronto per il debutto dal primo minuto. Speriamo vada tutto bene – esordisce -. L’Uruguay è una grande squadra, voglio dare una buona impressione e inserirmi bene. Se sono arrivato in Nazionale vuol dire che ho mostrato qualcosa di buono“. Determinato e carico come i tifosi romanisti hanno imparato a conoscere.

Allenamenti – Seduta odierna caratterizzata ancora dalle assenze giustificate dei nazionali impiegati con le rispettive compagini. Spiccano le assenze di Stekelenburg, Gago, De Rossi, Burdisso e Osvaldo quindi, oltre a quella dell’infortunato Pizarro. Borini e Greco hanno invece svolto lavoro differenziato. Due le novità maggiormente significative. Il ritorno al lavoro in gruppo di Kjaer e Juan e i continui miglioramenti di capitan Totti che prosegue il programma di recupero con il preparatore Vito Scala e partecipa ad una parte della seduta. Dopo un breve torello la squadra guidata dal tecnico asturiano Luis Enrique ha eseguito diversi esercizi tattici riguardanti sia la fase difensiva che quella offensiva. Domani si replica. Totti rientrerà in campo contro il Lecce? Nei prossimi giorni si saprà certamente di più.
Francesco Bianchini