Pagine Romaniste

De Rossi: “Ce l’abbiamo messa tutta. Possiamo fare un grandissimo campionato”

di Redazione

FBL-EUR-C1-BAYERN MUNICH-ROMA

Il centrocampista della Roma, Daniele De Rossi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al termine della gara persa per 2-0 con il Bayern Monaco:

DE ROSSI A MEDIASET

Una bella Roma per un’ora…
Non era facile, ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo ammesso che loro erano più bravi, abbiamo fatto tutt’altra figura.

Via le paure?
Il primo tempo col Bayern e col Napoli sono stati due episodi, ora si riparte, domenica è forse più importante.

Un’altra Roma dopo la sosta?
Ci mancano giocatori fondamentali, ma è riduttivo parlarne, la squadra è forte anche così e può fare un grandissimo campionato.

DE ROSSI A ROMA TV

Un commento su questa partita, la Roma è cambiata sul punto di vista tattico e sull’atteggiamento
Non è una vergogna, abbiamo giocato contro una squadra più forte di noi e più forte del 90% delle altre squadre, sarebbe da stupidi non prendere contromisure. E hanno creato sicuramente meno occasioni di 15 giorni fa.

Garcia ha detto che il Bayern è un esempio da imitare
Si, lui come mentalità è molto vicino a questo tipo di gioco, non prepara partire in maniera difensiva ma bisogna affrontare così queste realtà. Il loro potenziale economico li aiuta a fare un calcio piacevole.

Tanti big in panchina, perché?
Non lo so, dovresti chiedere al mister. Chi ha giocato ha fatto bene, non abbiamo dominato ma abbiamo fatto la nostra partita e ci siamo sacrificati. Preferisco perdere 2-0 che 7-1.

Quanto ti arrabbi quando questa piazza dimentica così facilmente i “figli di Roma”?
E’ una condizione che non si vive da oggi, nemmeno da ieri, è un onere che dobbiamo sopportare e con il quale dobbiamo convivere. E’ un discorso lungo e non lo voglio intraprendere oggi, non è il momento. Mi dispiace sapere che una parte della tifoseria, insomma, mi sopporta. Quando questa carriera è nata ero un po’ il figlioccio di tutti, poi qualcosa si è rotto, per mille motivi. Al di là di quello è un nostro onere, arrivare a 31 anni ti aiuta a conviverci in maniera migliore.