Conferenza stampa Bayern, Benatia: “Saranno arrabbiati, ma non sono quelli che erano”. Guardiola: “La Roma è orgogliosa, domani non sarà facile”. Robben: “Domani si riparte da 0-0, dovremo dare il massimo”

robben_benatia_guardiola

Bayern Monaco, queste le dichiarazioni di Guardiola, Benatia e Robben alla vigilia della sfida di Champions League contro la Roma.

Benatia: “Domani è una gara difficile perché, come ha detto Robben, siamo in Champions League. L’aver vinto 7-1 avrà fatto arrabbiare la Roma e loro faranno di tutto per dimostrare di non essere quelli dell’altra partita. La Roma è una squadra pericolosa e forte anche se non è quella di inizio anno. Vincere domani sarebbe un gran passo verso la qualificazione, dobbiamo passare il turno il più velocemente possibile. Per ora abbiamo fatto bottino pieno ed è un grande segnale perché non abbiamo mollato nulla. La società ha grandi progetti per la Roma”.

All’andata hai dimostrato di essere un giocatore importante
“Non credo di aver fatto grande partita a Roma perché non ho avuto tante cose da fare. I miei colleghi hanno fatto la differenza, è stato importante perché ho dimostrato che il Bayern ha fatto bene a prendermi. La stampa tedesca ha detto di tutto da quando sono arrivato, all’inizio ho avuto difficoltà perché ero infortunato e non ho nemmeno fatto la preparazione con loro perché sono arrivato il 27 agosto. Non è stato facile entrare direttamente nel gruppo, ho lavorato duro. Abbiamo tanti giocatori di qualità, non mi faccio troppi problema se non gioco”.

Differenze tra Guardiola e Garcia?
“Guardiola ha vinto tutto ed è normale che abbia qualcosa in più, con Garcia mi sono trovato sempre bene, sta facendo bene. Tatticamente Guardiola è un fenomeno”.

La Roma è in difficoltà fisica?
“No, è solo meno brillante rispetto a inizio stagione. All’inizio andava bene, poi è arrivata la sconfitta con la Juve, il 7-1 contro di noi, sento 6-7 giocatori quasi ogni settmana e stanno bene. Erano ovviamente tristi per la gara ma è normale. Sono fiduciosi per la gara di domani”. 

I fischi dell’Olimpico?
“Me ne aspettavo di più, è stata un’estate complicata e sapevo che potevo essere fischiato ma quando gioco guardo i miei avversari, i giocatori che devo marcare e non sento i fischi”.

Guardiola: “Domani inizieremo da 0-0 come sempre, è una gara di calcio. Dopo aver vissuto il 7-1 non mi aspetto la stessa situazione. Una nuova partita e una grande possibilità di superare la fase a gironi davanti ai nostri tifosi. La Roma giocherà per vincere qui a Monaco e noi faremo la nostra partita, analizzando i punti forti e deboli dei giallorossi. Noi possiamo vincere solo concentrandoci sulla nostra partita. Difficoltà più in campionato che in Champions? Prima della gara in Roma mi ha detto che le difficoltà erano più in Europa che in Bundesliga. L’ultima cosa da guardare è il risultato, ti dà punti e più tempo per lavorare ma per vedere se stai sulla buona strada è il modo di giocare. Domani è una gara nuova e affrontata come tale. Insidie per domani? I giocatori della Roma hanno orgoglio e rispetto per la propria gente. Non vogliono vivere nuovamente la stessa situazione, domani avremo contro una squadra orgogliosa e cattiva per una questione di onore e di amore per il proprio mestiere. Sarà una gara molto più dura ma abbiamo l’opportunità di chiudere il girone davanti alla nostra gente”.

Robben: “Domani ripartiremo dallo 0-0 e dovremo dare il 100%”.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A