cerci

Tuttosport (P.Cappelleri) – Dopo i fischi del pubblico e gli insulti sui social network per gli errori sotto porta contro il Bologna, Alessio Cerci ieri ha incassato anche la mancata convocazione di Sinisa Mihajlovic per la trasferta dell’Olimpico. «Una scelta tecnica», ha tagliato corto l’allenatore alla vigilia, di cui probabilmente era stato avvertito in anticipo il giocatore, avvistato giovedì notte al Casinò di Campione, come ha riferito Telelombardia. Questa esclusione annuncia il prologo alla partenza dell’esterno mancino, formalmente di proprietà dell’Atletico Madrid e destinato a rimbalzare in prestito, molto probabilmente al Genoa, oppure proprio alla Roma che ci sta facendo un pensierino.

SPAZIO A LUIZ ADRIANO – Fra i 23 rossoneri convocati c’è anche Kevin Prince Boateng che però quasi sicuramente dovrà accontentarsi della panchina perché alla vigilia Mihajlovic ha deciso di puntare di nuovo su Keisuke Honda nella linea di centrocampisti alle spalle di Carlos Bacca e Luiz Adriano, preferito a Mbaye Niang. A centrocampo rischia il posto Riccardo Montolivo, in ballottaggio con Juraj Kucka. Ancora non al top della condizione dopo l’infortunio muscolare, va verso la terza panchina di fila Luca Antonelli, così Ignazio Abate e Mattia De Sciglio saranno confermati sulle fasce. Al centro della difesa, dopo il turno di squalifica, torna Alessio Romagnoli in una coppia di centrali ex romanisti completata da Philippe Mexes, che ieri ha svolto un allenamento personalizzato da programma ma non dovrebbe avere problemi a giocare la seconda partita di fila. Non ci sarà invece Alex, uscito con un ginocchio malconcio dalla sconfitta con il Bologna.