Il Tornatora

Baldissoni: “Abbiamo riportato la Roma al centro della città, vogliamo essere sempre di più parte della Capitale”

di Redazione

Mauro Baldissoni, vice-presidente della Roma, ha tenuto un discorso davanti ai presenti durante la presentazione dei nuovi uffici della società giallorossa all’Eur. Queste le sue parole:

Grazie alle istituzioni che hanno partecipato, in primi al Presidente del Consiglio Conte e alla Sindaca Raggi. Grazie al gabinetto del Sindaco che ci ha permesso di colorare di giallorosso questo angolo della città. Magari lo chiederemo di nuovo. Grazie a tutti voi per essere venuti a visitare questa nuova casa. Diceva prima Monsignor Fisichella che ciascuno di noi passa più tempo a lavoro che a casa quindi è giusto chiamare casa un posto dove svolgiamo gran parte della nostra attività soprattutto per chi come noi intende considerarsi una famiglia. La Roma è una famiglia per quasi tutte le persone di questa città. Anche il Centro sportivo Fulvio Bernardini resta la casa della Roma dove è rimasta la parte sportiva. In quel centro abbiamo investito tanto in questi anni per renderlo un centro moderno all’altezza di quelle che sono sfide del calcio odierno. Siamo molto orgogliosi di quel centro ma aveva bisogno di più spazio per crescere ancora. Non era la soluzione migliore per chi si occupa della parte sportiva avere anche dipendenti amministrativi come il contrario. è stata una soluzione che is rendeva necessaria. Abbiamo trovato questo spazio dopo una lunga ricerca e ci rende molto soddisfatti perché abbiamo riportato la Roma al centro della città. Un altro impegno che ci eravamo presi era quello di riportare questo edificio in condizioni ottimali ed è stato fatto un lavoro per ripristinare quello che era il significato storico, culturale e architettonico. Devo dire grazie a chi ci ha lavorato per aver saputo mantenere i riferimenti alla storia che ci godevamo dall’esterno e ora ci godiamo dall’interno. Vogliamo essere sempre di più parte di questa cittàRipetiamo spesso che la Roma non è solo una squadra di calcio ma anche una piattaforma economica e sociale per il territorio della città di Roma. Rappresentiamo anche l’Italia e cerchiamo di crescere con investimenti, nel nostro caso stranieri“.