Juve e Roma si sono accordate per lo scambio del giorno: Leonardo Spinazzola è diventato giallorosso in cambio di 7 milioni (pagabili in 3 anni) più Luca Pellegrini. L’operazione sì può vedere da quattro punti di vista. La Roma aveva bisogno di mettere insieme una cinquantina di milioni alla voce “plusvalenze” entro domani sera. Quindi oltre alla cessione di Manolas al Napoli, ecco l’addio di Pellgrini, valutato 22 milioni. Fonseca perde un giovane di prospettiva, ma guadagna un giocatore in grado di giocare sia a destra che a sinistra. Per la Juventus è invece una scelta soprattutto tecnica. Ha preferito rinunciare a Spinazzola e puntare su un calciatore che può far parte di un futuro a medio termine. Spinazzola ha avuto l’adeguamento di contratto che chiedeva ai bianconeri: quinquennale non lontano dai 3 milioni a stagione. Lunedì probabilmente diventerà giallorosso. Leonardo perde la dimensione della Champions, ma trova una squadra dover poter trovare tanto spazio, sempre se assecondato da un’integrità fisica che negli ultimi anni è mancata. Anche Luca Pellegrini nelle ultime due stagioni ha dovuto fare i conti con infortuni pesanti. Il terzino romano stringe con la Juve un quinquennale. Per lui è probabile un nuovo prestito (Cagliari o Sassuolo). Petrachi e Paratici continueranno a parlarsi anche nel resto della sessione di mercato. Nicolò Zaniolo non è un capitolo chiuso e Gonzalo Higuain è il grande nome che potrebbe cambiare l’estate romanista. Lo riporta “La Gazzetta dello sport”.