ANY GIVEN TUESDAY: AL BARCA IL ‘CLASICO’, ANCELOTTI SEMPRE PIU’ GIU’. MOURINHO BATTE IL CITY ALL’ULTIMO RESPIRO. MATUIDI SALVA IL PSG AL 93′. VINCONO BAYERN E BORUSSIA DORTMUND.

di Redazione

neymar

In questa rubrica settimanale Pagine Romaniste vi offre il riassunto di quanto accaduto nei quattro principali campionati europei nell’ultimo week-end più una piccola parentesi su quanto stanno combinando gli allenatori italiani nei più importanti tornei all’estero.

 

PREMIER LEAGUE: Prosegue senza problemi la marcia dell’Arsenal capolista che vince il derby contro il Crystal Palace grazie ad Arteta e Giroud e mantiene due punti di vantaggio su Chelsea e Liverpool. I Blues fanno loro il big match di Stamford Bridge contro il Manchester City grazie alla rete di Torres a tempo scaduto che fissa il punteggio sul 2-1. Per i Citizens, invece, è notte fonda e la vetta scivola addirittura a -6. I Reds di Brendan Rodgers rifilano un poker casalingo al WBA grazie ad un super Suarez che firma una tripletta e si porta a casa il pallone come vuole la tradizione. Vince, con grande fatica, lo United di Moyes che alla fine ha la meglio dello Stoke City per 3-2 ma dopo essere passato due volte in svantaggio. Il gioco latita in casa United e il primo posto è sempre a ben 8 lunghezze. Bene Tottenham e Southampton, rispettivamente terza e quarta forza del campionato, che vincono in casa contro Hull City e Fulham. Si sveglia finalmente il Sunderland, che centra la prima vittoria in Premier in stagione contro il Newcastle  grazie a Borini mentre completano il quadro della giornata i pareggi a reti inviolate in Norwich-Cardiff e Swansea-West Ham e la vittoria esterna dell’Everton per 2-0 sul campo dell’Aston Villa.

 

LIGUE 1: Rallenta il PSG di un disastroso Marquinhos contro il Saint-Etienne. I parigini, sotto di due reti per altrettanti errori dell’ex giallorosso, rimontano grazie a Cavani e Matuidi e mantengono la vetta venendo però raggiunti dal Monaco di Ranieri che nel frattempo ha la meglio su un Lione sempre più disastrato grazie alla rete decisiva del 2-1 del solito Radamel Falcao. Prosegue l’ottimo momento del Lille terzo in Ligue 1 che passa con autorevolezza anche a Nantes, quarta forza del campionato e ora lasciato a -4 dall’ex squadra di Garcia. Clamoroso tonfo interno con il Reims del Marsiglia, che scivola a 8 lunghezze dalle prime della classe e sente aria di crisi mentre la sorpresa Guingamp continua a vincere e si insedia al quinto posto. La vittima stavolta è l’Ajaccio di Ravanelli che, con 7 punti in 11 partite, ora rischia l’esonero. Questi i risultati delle altre cinque partite previste dall’undicesimo turno: Bastia-Nizza 1-0, Lorient-Sochaux 2-1, Tolosa-Rennes 0-5, Valenciennes-Evian 0-1, Bordeaux-Montpellier 2-0.

 

LIGA: Trionfo blaugrana nel Clasico di sabato. Il Barcellona si impone 2-1 grazie alle reti di Neymar e Sanchez ed ora Ancelotti è sempre più nel vortice delle feroci critiche della stampa madrilena. Il tecnico italiano è accusato di non aver portato il bel calcio promesso ad inizio stagione ma soprattutto di non aver ottenuto sinora risultati consoni al blasone del club, viste le sconfitte contro le due dirette concorrenti per il titolo: Atletico e, appunto, Barcellona. Goleada dell’Atletico Madrid di Simeone che passa 5-0 contro il Betis e mantiene salda la seconda posizione. Bene anche il Villarreal che resta in quarta posizione dopo la vittoria per 4-1 su un Valencia in enorme difficoltà. Sale l’Athletic Bilbao che vince in casa del Getafe, diretta concorrente per un posto in Europa League, e si piazza al quinto posto in solitaria. In coda risorge il Celta Vigo di Luis Enrique che rifila addirittura una cinquina a domicilio al Malaga e si tira fuori dalle sabbie mobili della classifica mentre affondano sempre di più Almeria ed Osasuna, rispettivamente ultima e penultima, che perdono contro Real Sociedad e Siviglia. Completano il turno la vittoria esterna per 3-0 del Valladolid contro il Rayo Vallecano, il successo del Granada 1-0 in casa dell’Elche e il tris interno del Levante contro l’Espanyol.

 

BUNDESLIGA: Continua spedito il cammino di Bayern Monaco, che passa in casa 3-2 contro l’Hertha Berlino, Borussia Dortmund, vittorioso nel derby della Ruhr in casa dello Schalke per 3-1, e Bayer Leverkusen, faticoso successo interno per 2-1 contro l’Augsburg, nei piani alti della Bundes. Guardiola mantiene il punto di vantaggio su entrambe le inseguitrici dopo questa giornata. A nove punti dal trittico delle meraviglie troviamo il Borussia Moenchengladbach che rifila un poker all’Eintracht e mantiene il quarto posto. Bene anche il Wolfsburg che raggiunge l’Hertha Berlino in quinta posizione grazie al 3-0 contro il Werder Brema. Nelle zone basse, proseguono le enormi difficoltà della matricola Braunschweig, 4 punti in dieci partite, che cade a Magonza e del Friburgo che perde in casa 3-0 contro l’Amburgo e resta fermo a 5 punti in penultima posizione. Nelle altre due partite previste dal decimo turno troviamo il pareggio 1-1 tra Stoccarda e Norimberga e il largo successo esterno per 4-1 dell’Hoffenheim sull’Hannover.

 

GLI ALLENATORI ITALIANI ALL’ESTERO: ‘Ancelotti miedoso’ (Ancelotti disastroso), questo il tenore dei titoli per il tecnico italiano dopo il ko contro il Barcellona. Vetta a -6 e panchina sempre più traballante. Torna in testa Ranieri col suo Monaco grazie alla vittoria sul Lione. La vittoria finale ormai è l’obiettivo dichiarato. Male Ravanelli, che perde a Guingamp, e riceve un ultimatum dal proprio presidente: risalite nelle prossime due giornate o esonero. Pareggio esterno nel Monday Night della Championship per il Watford di Zola. La squadra dei Pozzo fa 1-1 a Brighton e scivola in settima posizione a -1 dall’ultimo posto utile per disputare i play-off per la promozione in Premier. Tre vittorie nelle ultime tre partite tra Champions e campionato, la cura Mancini per il Galatasaray funziona. Nell’ultimo turno vittoria esterna per 4-2 contro il Kayserispor grazie a Burak Yilmaz e Drogba. In classifica ora i giallorossi salgono al quinto posto a -6 dalla capolista Fenerbahce. Vince ancora Spalletti col suo Zenit, stavolta 2-1 in casa dell’Ural, e mantiene il primato a +5 su Lokomotiv e Spartak Mosca. Sempre più vicino all’ennesimo trionfo in carriera Marcello Lippi che, con il campionato cinese già in tasca, pareggia 2-2 fuori casa nell’andata della Finale della Champions League asiatica contro l’FC Seoul e inizia a vedere il double.

 

Matteo Luciani