Il Tornatora

Urla e rimproveri a Trigoria: Paulo il sergente non fa sconti

di Redazione

La Roma aveva bisogno di cambiare registro e ricominciare da zero dopo una stagione deludente. Fonseca si sta dimostrando un tecnico motivato, in linea con le necessità della società ed è attento a quella dei giocatori. Non intende lasciare spazio a distrazioni durante le due ore di allenamento. E’ stato lui a richiedere di blindare le sedute rendendole inaccessibili alla stampa e chi vorrà seguire la Roma lo potrà fare in occasione delle amichevoli o quando comincerà il campionato. Questa riservatezza si spera che porti a risultati tangibili e vittorie nel breve periodo per risollevare un ambiente depresso da addii e cessioni. Per costruire il futuro Fonseca si è affidato alle sue doti di trascinatore stimolando i calciatori con grida, una forte gestualità e discorsi carismatici. Il tecnico ha chiesto a più riprese un pressing continuo riprendendo qualche giocatore che non seguiva le direttive. Tra questi Nzonzi sfinito dagli allenamenti e consapevole di essere sul taccuino dei cedibili. In confusione Under per via della lingua, ma il mister ha intenzione di puntare su di lui. Dzeko, che ormai si è promesso all’Inter, in un colloquio con Fonseca si è detto disponibile ad aiutare i compagni e a motivarli negli allenamenti. Lo scrive Il Messaggero.