Il Tornatora

Ultimatum a Mahrez c’è l’opzione Promes. E Boateng si può fare

di Redazione

La Gazzetta dello Sport (A.Pugliese) – Ferragosto, poi stop. La Roma sembra aver deciso. Su Mahrez aspetterà una risposta dal Leicester fino al 15 agosto, poi virerà definitivamente altrove. O, almeno, queste sono le intenzioni paventate dal d.s. Monchi, anche se poi – si sa – nel mercato le strategie vanno spesso a braccetto con le bugie. Nel senso che quella della Roma potrebbe anche essere una mossa per mettere pressione sugli inglesi, per cercare di stanarli senza dover per forza arrivare fino al 31 agosto con una telenovela che sembra non conoscere fine.

DALLA SPAGNA – Sta di fatto che Monchi, almeno ufficialmente, non vuole più aspettare. E magari gli hanno dato un po’ fastidio anche le voci provenienti dalla Spagna, dove è rimbalzata la voce del giocatore offerto dal Leicester al Barcellona. Un po’ come Shakespeare una decina di giorni fa chiamò alle armi le sei big inglesi, dicendo pubblicamente che Mahrez voleva restare nella Premier (tranne poi essere smentito dal giocatore stesso giorni dopo). Il Barcellona si era interessato all’algerino 12 mesi fa, ma oggi lo scenario è profondamente diverso e al club catalano non interessa più come prima.

LE MOSSE – Quel che è certo, però, che su Mahrez può piombare a breve qualche top club europeo, chiudendo i giochi per la Roma. Ecco perché Monchi ha deciso di dare un ultimatum agli inglesi, studiando nel frattempo le alternative. L’ultima, che ha preso sempre più piede, è Promes, l’olandese che ha aiutato lo Spartak a vincere il campionato russo e che è già ripartito alla grande. Costa 25 milioni, un po’ di meno di Mahrez. Infine, per il difensore centrale sembra che Monchi abbia avviato i contatti con l’entourage di Jerome Boateng (su cui ci sarebbe anche il Nizza), che al Bayern Monaco non ha mai legato fino in fondo con Ancelotti.