Il Tornatora

Totti fenomeno nazionale

di Redazione

Totti domani spiegherà e ci dirà la sua, poi aprirà l’agenda degli impegni e andrà a fare la risorsa per il calcio altrove. Guardando indietro si può pensare a Bruno Conti quando litigò con Sensi e stava per andare a lavorare nella FIGC. Sono passati appena 15 anni, ma alla fine il figlio di Roma non abbandonò casa sua. Stavolta non c’è Sensi, ma Pallotta, e invece di Conti c’è Totti e tra loro la Federcalcio ad aprire le porte, l’opzione più accreditata è questa. Totti in Nazionale con un ruolo alla Gigi Riva, un uomo oltre l’immagine. Va solo capito il nome di questo ruolo: da capo delegazione, qua in pole c’è Vialli, a team manager con Oriali pronto a tornare all’Inter. E’ stato sempre un personaggio significativo per la Nazionale e la FIGC ha nominato lui e Vialli come ambasciatori di Euro 2020. Inoltre è stato proposto come uomo immagine italiano del prossimo mondiale in Qatar. Lo riporta Il Messaggero.