Il Tornatora

Strootman: “Via per Nzonzi? No, è normale che la Roma acquisti tanti giocatori. Era arrivato il momento per andare via”

di Redazione

Kevin Strootman è un nuovo giocatore del Marsiglia. Il centrocampista olandese ha detto addio alla Roma dopo cinque anni e oggi è stato presentato in conferenza stampa dal club francese. Queste le sue parole:

Quali sono le ragioni per cui hai lasciato la Roma e scelto il Marsiglia?
E’ veramente un gran club, è una grande sfida, sono veramente contento di essere qui, ho parlato col presidente, col ds e col tecnico. Il club vuole vincere, io voglio aiutarli a raggiungere i loro obiettivi. Sono felice di essere qui.

Ritroverai Rudi Garcia come allenatore…
E’ una persona speciale per me, mi ha portato a Roma e mi ha voluto di nuovo. Ho parlato con lui del sistema di gioco e di tutto, spero che sia felice di me come era felice di me negli anni passati.

Hai lasciato la Roma per l’arrivo di Nzonzi?
Non è che se viene un giocatore io me ne vado, hanno preso molti giocatori, è normale, è un grande club, è giusto prenderli, è normale la competizione. Era giusto andare via, era arrivato il momento adatto, ero alla Roma da cinque anni. Benatia mi ha detto cose positive sul club. Sono approdato in un gran club con dei tifosi fantastici. Anche Benatia mi ha suggerito di venire qua. E poi l’OM ha fatto di tutto per avermi, e questo è stato fondamentale.

Avete già parlato con Garcia del sistema di gioco e di cosa vuole da te nel suo gioco?
Sì, ovviamente. Non mi userà come attaccante o come portiere, e ne sono felice. Si, lasciando stare gli scherzi ne abbiamo parlato, è normale parlarne. Posso giocare in ogni posizione del centrocampo, posso giocare in differenti moduli, voglio solo indossare la maglia e giocare.

Come è andata la trattativa?
I primi contatti sono stati positivi. I colloqui sono iniziati non molto tempo fa, ma è andato tutto bene. Ho davvero avuto un buon feeling con il club. Ogni giocatore ha un suo valore per essere ceduto. Sono stati 5 anni buoni a Roma.

Che cosa ti ha detto esattamente Benatia?
Ho parlato con lui di Marsiglia, conosco molti giocatori, anche se non personalmente. Abbiamo una buona squadra, con giocatori forti, non voglio fare nomi di qualcuno nello specifico. Ci sono veramente dei giocatori forti qui, voglio aiutare la squadra, oggi parlo con la stampa, ma non vedo l’ora di scendere in campo e giocare.

Alla Roma avresti giocato la Champions League, qui no…
Ciò che conta è che si tratta di un club con ambizione. Il mio compito è quello di riportare il club in Champions League. C’è sintonia tra i miei pensieri e quelli del club.