Stadio: pressioni sui Friedkin ma Tor di Valle resta la preferita

La Gazzetta dello Sport (M. Cecchini – C. Zucchelli) – Chi ha avuto modo di parlare con Dan e Ryan Friedkin, i nuovi proprietari della Roma, ha capito che il progetto per lo Stadio della Roma ereditato dalla gestione Pallotta non li convince molto. Da quando sono saliti a capo della società capitolina hanno ricevuto un corteggiamento assiduo, da parte dell’imprenditoria romana d’alti livelli, per convincerli a spostare l’impianto in una nuova area. Queste le principali proposte: Fiumicino, Tor Vergata e addirittura i terreni dello stadio Flaminio. I Friedkin però non sembrano disposti a ripartire da zero e attendono l’arrivo di Radovan Vitek, che la prossima settimana dovrebbe concludere l’acquisto delle tre società di Parnasi che corteggia da tempo. Fra queste, c’è anche Eurnova, che detiene appunto i terreni di Tor di Valle. I contatti tra l’imprenditore ceco e Dan Friedkin sono stati innumerevoli. Se pur con qualche dubbio, quindi, i Friedkin sono disposti a procedere per il momento con Tor di Valle.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A