Spalla a spalla, evento per ricordare Giuseppe “Peppone” De Vivo. Totti: “Grande persona e grandissimo tifoso. Vogliamo che i tifosi tornino”, presenti anche Florenzi e De Rossi: “Ci manca la Curva” – FOTO e VIDEO

di Redazione

img_2999

Pagine Romaniste (E.Bandini) – Al Pala Gems di Tor di Quinto va in scena Spalla a spalla, un evento per ricordare Giuseppe “Peppone” De Vivo, ultras giallorosso scomparso nell’agosto del 2015. L’evento, organizzato da Cuore di Curva, prevede un triangolare di calcetto tra le vecchie glorie della Roma, gli amici di Peppe e gli Ultras d’Italia. Ci sarà inoltre un’asta benefica e il concerto di Marco Conidi con l’Orchestraccia.

LIVE

Ore 22.00 – Termina l’evento.

Ore 21.25 – Parla il cantante Marco Conidi: “Io ho vissuto tutta la vita con Peppone, questa iniziativa è bellissima. C’è un po’ di commozione ma soprattutto tanta gioia“.

Ore 21.20 – Parlano Iacopo De Vivo, figlio di Peppone: “Non c’è stadio senza Sud” e la vedova Fiorella: “Ho voluto fortemente questa serata perché Peppe era tante cose, soprattutto una persona leale e vera. È una serata all’insegna della lealtà perché Spalla a Spalla è una serata di aggregazione, un po’ uno stile di vita di quello che lui è stato cioè camminare al fianco di qualcuno per girarsi e trovarlo sempre accanto. Questo è quello che vorrei continuasse ad essere anche nella vita: è una filosofia di vita“.

Ore 21.15 – Queste le parole di Roberto Scarnecchia, ex giocatore giallorosso:

Io ho avuto la fortuna di vivere dei momenti bellissimi all’Olimpico e al Tre Fontane con i tifosi che ci seguivano sempre. Io ho esordito a 18 anni all’Olimpico in un Roma-Milan davanti a 90 mila persone. Florenzi è giovane e quindi avrà sicuramente tempo di recuperare il rapporto con i tifosi. Secondo me Florenzi in futuro sarà una bandiera della Roma come De Rossi e Totti, sta seguendo le loro orme. I tifosi devono fare qualcosa insieme alla società per tornare allo stadio. Mi auguro che la situazione all’Olimpico si sistemi, perché uno stadio senza Curva Sud non è pensabile“.

E’ il turno di Gigi Di Biagio: “Un aneddoto con la tifoseria? Non me ne viene uno in particolare ma c’è stato un bellissimo rapporto. Sono contento di stare qua e voglio dare un saluto a Peppone che questa sera è la cosa più importante“.

Ecco poi Stefano Desideri: “È una serata bella, ho visto tanti ex compagni di squadra, Totti, De Rossi, Florenzi e ho rincontrato tanti amici di curva con i quali passavamo tantissimo tempo. Una cosa emozionante, sono molto felice di stare qui. Hanno proiettato delle immagini di Peppe e si vedeva uno stadio gremito e la gioia negli occhi di questa gente. È un vero peccato che questo si sia sgretolato negli anni, e oggi assistiamo a partite con stadi semi deserti e non si sente più il tamburo che era parte integrante dello stadio. Sono fortunato perché ho vissuto a pieno la Curva Sud, lo stadio, i tifosi. Florenzi? Merita anche lui di avere l’atmosfera di un tempo“.

Ore 20.20 – Inizia il triangolare di calcetto.

img_3008

Ore 20.05 – Arrivano al Pala Gems anche Roberto Scarnecchia e Gigi Di Biagio. Lasciano il palazzetto Totti, De Rossi e Florenzi.

img_2998

img_3004

img_3001

Ore 20.00 – Prende la parola Francesco Totti: “Siamo qui per ricordare una grandissima persona e un grande romanista. Ho avuto il piacere di conoscerlo, è stato un onore, speriamo che ci guardi da lassù e ci dia una grande mano per conquistare i nostri obiettivi. Vogliamo che i tifosi della Curva Sud tornino, magari anche al derby. Contestazioni? Alcune volte ci sono state, sia a Trigoria che all’Olimpico però fanno parte del gioco e c’è sempre stato rispetto reciproco“.

Poi è il turno di De Rossi: “Speriamo che i tifosi possano tornare presto a tifare. Con personaggi come Peppone c’era un rapporto diverso, oggi è diverso, ci sono più filtri, si è perso un certo spirito, i tifosi si sono allontanati da noi. Contestazioni? Qui a Roma devi prendere anche l’altro lato della medaglia, ma non è mai stato niente di impossibile da sopportare. Abbiamo superato tutto e siamo andati avanti trascinati dalla passione dei tifosi“.

Infine tocca a Florenzi: “I tifosi sono calorosi. Il nostro rapporto con i tifosi è stato sempre ottimo, fantastico e caloroso, siamo tutti fratelli, ho preso solo calci stasera (ride, ndr). Daniele e Francesco hanno vissuto la parte più bella. Io sono arrivato troppo tardi per conoscerlo bene, ma siamo tutti qui uniti per ricordarlo. Speriamo che le cose per la Curva si mettano a posto“.

Ore 19.50 – Su un maxischermo vengono proiettate immagini della Curva Sud.

Ore 19.45 – I tre capitani giallorossi vengono sommersi dai bambini presenti e si fermano per foto ed autografi.

img_2982

img_2975

Ore 19.40 – Fabio Petruzzi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti:

Che partita sarà il derby?
La Lazio è stata la rivelazione del campionato insieme all’Atalanta, sarà una bellissima partita, senza tatticismi. Mi auguro un bellissimo spettacolo da parte del pubblico.

La Juve è raggiungibile?
Ieri è stata in grande difficoltà, il Genoa andava al triplo della velocità. La coppa ha pesato, poi hanno infortuni e assenze. E’ un campionato aperto, la Juve non sta distruggendo il campionato.

Cosa deve fare Spalletti per migliorare la difesa?
Ci sono state tantissime assenze tra i titolari, Mario Rui e Rüdiger erano due titolari. Con il ritorno di Manolas dietro la Roma sarà sicuramente diversa.

img_2965

Ore 19.30 – Francesco Totti, Daniele De Rossi e Alessandro Florenzi partecipano all’evento.

img_2959

img_2955

Ore 19.15 – Iniziano ad arrivare i primi tifosi romanisti, che iniziano a posizionare gli striscioni all’interno del palazzetto. Presente Fabio Petruzzi.

schermata-2016-11-21-alle-12-08-23