Serie A, ipotesi estrema: tutte le partite a Roma

Servirà il parere unanime di tutti i club di Serie A e dell'Associazione Italiana Arbitri. Il solo veto di uno di questi cancellerebbe l'idea dal tavolo

di Redazione

L’emergenza Coronavirus ha messo in subbuglio il mondo del calcio e non solo. Tutti i principali campionati mondiali sono stati sospesi, come anche la Serie A, e nessuno sa quando si potrà riprendere. Come riporta però La Repubblica, sta prendendo piede un’ipotesi abbastanza clamorosa. Quella di giocare tutte le restanti gare nella città di Roma, allestendo speciali ed eccezionali misure di prevenzione sanitaria per evitare pericoli di contagio. I campi ci sarebbero, e c’è anche un altro particolare a favore dell’estrema soluzione: il capo degli arbitri Nicchi ha già fatto intendere che difficilmente il Var potrebbe essere presente alla ripresa per via della difficoltà del rispettare le distanze minime di sicurezza. Servirà però il parere favorevole e unanime di tutti i club di Serie A, e il solo veto di uno di questi cancellerebbe l’idea dal tavolo.