Il Tornatora

Sacchi: “Che la Roma passi il turno in Champions e venga fischiata non è da Italia, ma è da nuova Italia”

di Redazione

roma-lazio-tifosi

Arrigo Sacchi, ex commissario tecnico dell’Italia, ha rilasciato un’intervista a Il Corriere della Sera. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

Chi se la gioca per lo scudetto?
«Juve e Inter, più delle altre. La Juve è tornata prepotente. È a metà strada e sta virando sul gioco. Ha una società straordinaria, ha la storia e Allegri è migliorato molto. La squadra ha un’ottima organizzazione e tutti tirano dalla stessa parte e chi non lo fa va fuori. Mancini vuole arrivare a un gioco che giustifichi il risultato, perché è un tecnico intelligente e preparato. Il nostro Paese disconosce merito e bellezza, ma Dostoevskij diceva: “La bellezza salverà il mondo”. Abbiamo fatto troppo poco per far capire quanto è inutile una vittoria senza merito. Il merito è un deterrente alle irregolarità».

Al pubblico però interessa solo vincere…
«Magari una volta, oggi è cambiato. Che la Roma passi il turno in Champions e venga fischiata non è da Italia, ma è da nuova Italia. La gente giudica il merito. Non basta più solo vincere, magari con l’inganno e la furbizia. Alla lunga la furbizia non paga e infatti chi è intelligente cerca dirigenti e allenatori che costruiscano soprattutto il futuro».