Roma, tentazione De Rossi

Squadra a lavoro tra 17 giorni e Fonseca ne può approfittare: il club ha poco tempo per programmare il ribaltone

di Redazione

Il Messaggero (U.Trani) –  17 giorni all’appuntamento a Trigoria. Se ci fosse stato più spazio tra la fine della vecchia stagione e l’inizio della nuova, Fonseca avrebbe rischiato il posto nonostante il contratto in scadenza a giugno 2021. Fienga è contrario al ribaltone e per la proprietà entrante la priorità è il ds, ma è probabile il gioco delle coppie. L’opzione di lusso è nata dopo l’eliminazione della Juventus dalla Champions League e l’esonero di Sarri, ma Paratici rimane fedele ai bianconeri. Un’altra opzione, che sembra affascinare il suggeritore di Friedkin nella Capitale, è De Rossi in panchina e Totti responsabile dell’area tecnica. Come ds De Sanctis o qualcuno come Pradè che ha già lavorato con gli ex capitani. Sabatini si è chiamato fuori: “Pur amando ancora molto la piazza romana e i suoi tifosi, non intendo spostare la mia attenzione da qui”.