Trigoria, torna di moda la meglio gioventù

Il Messaggero (S. Carina) – Il settore giovanile è sempre stato il fiore all’occhiello della Roma. Con la recessione economica alle porte più la regola del 4+4 nella composizione delle liste da rispettare (4 giocatori cresciuti nel proprio vivaio più 4 cresciuti in altri vivai italiani), una delle strade che i club sembra vogliano percorrere è quella di tornare a guardare in casa propria. A Trigoria l’attuale dirigenza scommette sul terzino sinistro Calafiori. Sulla fascia opposta si punta su Bouah, nonostante i due infortuni a entrambe le ginocchia lo abbiano frenato nel tempo. C’è poi Zalewski, esterno offensivo nato in Italia da genitori polacchi. Un capitolo a parte merita invece Riccardi. Sembrava il più pronto e anche il suo contratto da “big” è lì a dimostrarlo (500mila euro fino al 2023), ma la Roma già lo scorso anno lo aveva fatto entrare in un possibile scambio per Rugani. In questa stagione non si è mai affacciato in prima squadra. In estate è probabile una sua cessione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A