Pagine Romaniste

Che fine hanno fatto? Roma Primavera 2012/13

di Redazione

Pagine Romaniste (S. Valdarchi) – Torna l’appuntamento con la rubrica di Pagine Romaniste: “Che fine hanno fatto?”. Prosegue il nostro viaggio nel tempo durante il quale analizziamo le annate della Roma Primavera, andando a scoprire il presente dei calciatori che hanno indossato la maglia giallorossa nelle giovanili. Analizziamo oggi il destino ed i percorsi dei giocatori che erano a disposizione di mister Alberto De Rossi nella stagione 2012/13. Dall’elenco sono stati tolti i seguenti calciatori, dei quali abbiamo già scritto negli scorsi episodi: Lorenzo Zonfrilli, Gabriele Marchegiani, Deian Boldor, Michele Somma, Arturo Calabresi, Elio Capradossi, Massimo Sammartino, Luca Mazzitelli, Simone Battaglia, Matteo Adamo, Federico Ricci, Jacopo Ferri, Daniele Verde e Lorenzo Musto.

Tomas Svedkauskas

Partiamo dal portiere lituano. Approda a Roma nel 2012, dopo un anno passato nelle giovanili della Fiorentina. Gioca da titolare nella squadra di Alberto De Rossi per una stagione, prima di cominciare il suo percorso tra i professionisti, con un’infinità di prestiti dal 2013 al 2017, anno in cui si libera a parametro zero dai giallorossi. Trascorre parecchio tempo tra Serie B e C, indossando le maglie di: Paganese, Pescara, Ascoli, Lupa Roma e Catanzaro. Non si fa mancare anche un’esperienza all’estero, in Portogallo tra le fila dell’Olhanense. Una volta lasciata Trigoria tenta la fortuna in Romania con l’Arad, prima di fare ritorno in patria al Riteriai, dove gioca per due stagioni. Attualmente è al Lommel, nella seconda divisione belga.

Mattia Rosato

Terminata la stagione 2012/13, va in prestito alla Feralpisalò, dove in 6 mesi non riesce a giocare nemmeno una gara. Una volta tornato a Roma viene girato al Gubbio, dove riesce ad esordire nel calcio professionistico, giocando un buon numero di partite nella Serie C 2013/14. Dopo un’altra stagione, sempre in prestito, al Racing Club Roma, arriva il passaggio definitivo alla Lupa Roma, dalla quale si svincola nel luglio 2017. Dopo una parentesi di due mesi in Gibiliterra con il Gibraltar United, rescinde il suo contratto ad inizio 2018 ed è ancora oggi senza una squadra.

Fabrizio Carboni

Nel giugno del 2013 termina il suo rapporto con la Roma e lascia la Capitale, dov’è nato nel 1993, per approdare alla Feralpisalò. Passa tre anni in provincia di Brescia, calcando con una certa regolarità i campi della Serie C. Nel dicembre del 2016, il difensore centrale passa al Gozzano ed ha origine da lì la sua carriera in Serie D che prosegue ancora oggi. Dopo un anno e mezzo con il Gozzano, infatti, passa al Lecco, fino ad unirsi al Foggia nello scorso novembre.

Wesley Yamnaine

Una delle storie più particolari raccontate fin qui. Il terzino sinistro nato in Francia nel ’93 arriva a Roma dal Parma e De Rossi lo lancia come titolare fisso, nella stagione 2012/13. Una volta terminata quell’annata però, le sue tracce come calciatore spariscono quasi del tutto. Tenta un paio di esperienze nelle serie minori di Belgio e Francia, con le maglie di Brussel e Fabrègues, prima di lasciare il calcio giocato. Attualmente vive a Montpellier, lavora per la Volkswagen, si è sposato e lo scorso primo dicembre è nato il suo primogenito Matéo.

Matteo Ricci

Chi invece non ha affatto smesso di giocare a pallone è Matteo Ricci, forse però con risultati meno esaltanti rispetto alle previsioni di diversi addetti ai lavori. Il mediano nato a Roma, infatti, non è ancora riuscito a fare il suo esordio in Serie A, ma procediamo per gradi. Una volta finita la trafila nelle giovanili romaniste, viene girato in prestito al Grosseto in Serie C. L’anno successivo, dopo sei mesi passati da spettatore al Carpi, torna in Serie C, questa volta vestendo la maglia della Pistoiese. Nell’estate del 2016, con il suo passaggio al Perugia, arriva la definitiva consacrazione in Serie B. Gioca da due anni allo Spezia, ma la Roma vanta ancora un diritto di recompra valido fino al prossimo giugno. Alla società capitolina spetta comunque il 40% di una futura rivendita.

Dario Catania

Dopo Yamnaine, ecco un altro ragazzo che ha smesso con il calcio giocato. Dario Catania, nato a Roma nell’ottobre del 1995, termina il suo percorso in Primavera al Latina, nella stagione 2013/14. Da lì in poi cominciano per lui una serie di avventure nel mondo del calcio dilettantistico, con le maglie di Futbolclub, Grifone Gialloverde e Boreale Calcio. Nel luglio del 2017 si svincola e lascia il pallone.

Jonatan Lucca

L’avventura del trequartista brasiliano a Roma dura una sola stagione. Nell’estate del 2013 torna in patria, dove gioca per le giovanili dell’Athletico Paranaense, società che lo acquista a titolo definitivo nel gennaio del 2015. In Brasile non ha molta fortuna e trascorre gran parte della sua carriera tra India e Malesia, con le maglie di Goa, Kelantan e Pune City. Nel luglio del 2018 fa il suo ritorno in Europa, destinazione Portogallo. Dopo un anno e mezzo con la Belenenses, viene ceduto alla Farense lo scorso gennaio e ad oggi gioca nella serie b portoghese.

Marciel

Altro giro, altro centrocampista brasiliano passato per Trigoria. Marciel Silva da Silva arriva a Roma nel luglio del 2012, ma in maglia giallorossa colleziona soltanto 4 presenze nel Torneo di Viareggio e viene ceduto l’estate successiva. Da quel momento in poi Marciel non ha più lasciato il Brasile, dove gioca ancora oggi e dove ha raccolto anche dei successi, vincendo per ben due volte il titolo nazionale. Queste le squadre con cui ha giocato: Corinthians, Cruzeiro, Ponte Preta, Oeste, Vitoria e Juventude.

Claudiu Bumba

Passiamo al trequartista nato in Romania nel 1994. Gioca un anno alla corte di De Rossi, prima di tornare al calcio romeno, precisamente al Tirgu Mures, squadra con la quale trascorre due stagioni, conquistando la promozione nella Liga 1. Dopo una parentesi all’Hapoel Tel Aviv, passa alla Dinamo Bucarest, dove però non riesce a ritagliarsi un ruolo da protagonista. Proprio per questo, nel gennaio 2018, si trasferisce al Concordia Chiajna, raccogliendo 27 presenze. Attualmente si trova al Kisvarda, in Ungheria.

Andrea Cittadino

Cresciuto al Fulvio Bernardini fin da piccolo, nel 2013 lascia la Roma, dopo due stagioni passate con la Primavera. Dal 2013 al 2017 gioca in Serie C, cambiando diverse squadre, questo l’elenco: Feralpisalò, Alessandria Calcio, Melfi e Mantova. Nell’agosto del 2017 si trasferisce al Latina, in Serie D e difende i colori del club laziale per due stagioni, collezionando 69 presenze e 13 reti. Nello scorso luglio è passato al Foggia, dove gioca ancora oggi.

Marco Frediani

Attaccante esterno, rapido e in grado di segnare parecchio con la Primavera delle Roma. Resta sotto contratto con i giallorossi fino al luglio del 2017, senza mai però esordire in Prima Squadra. Dall’estate del 2013 in poi, infatti, viene sempre mandato in prestito, acquisendo una certa esperienza in Serie B e C. Dopo una prima parentesi al L’Aquila Calcio, passa al Pisa dove gioca con continuità. Trascorre la stagione 2015/16 a metà tra l’Ascoli e l’Ancona, mentre nel 2017 arriva il passaggio a titolo definitivo al Parma. Con gli emiliani gioca 4 gare in Serie B, nella prima annata in giallobù. I ducali poi adottano la stessa politica della Roma, girandolo in prestito prima alla Ternana e poi alla Sambenedettese. A giugno farà ritorno a Parma, prima di conoscere quale sarà il suo futuro.

Alexis Ferrante

Arrivato dal Piacenza nel gennaio del 2012, trascorre un anno e mezzo a Trigoria, giocando con la Primavera di Alberto De Rossi. Una volta lasciata la Roma, nel 2013, cambia spesso casacca, giocando in diversi club tra Serie D, Serie C e Serie B. Oggi si trova alla Ternana, dove viene considerato un titolare fisso, ma vediamo per quali altre squadre ha giocato lungo gli anni: L’Aquila, Lumezzane, Lucchese Libertas, US Savoia, Imolese, Abano, Brescia, Pisa ed Alba Juventus Fano.

Francesco Pagliarini

Chiudiamo con l’attaccante esterno classe ’94, nato a Roma. Nonostante la grande considerazione ottenuta in maglia romanista, negli anni delle giovanili, Pagliarini non è mai riuscito ad affermarsi a grandi livelli. Nel corso della sua carriera, infatti, ha calcato i campi di Serie C e D. In Lega Pro (attuale Serie C), gioca per tre anni con la maglia del Matera, realizzando 4 reti in 38 apparizioni. Quella nella città dei Sassi è l’ultima esperienza prima della Serie D, queste le squadre con cui ha giocato nel campionato dilettantistico: Poggibonsi, Trastevere, Albalonga e Città di Anagni.